chiudi
TEATRO

Roberto Capasso in “Pacchiello” al Tram

PACCHIELLO

Storia di usura e di emarginazione che mescola Shakespeare e la musica neomelodica

di Pasquale Ferro

drammatizzazione Roberto Ingenito

scene Luca Evangelista

ostumi Pina Sorrentino

assistenti alla regia Maria Chiaravalle e Roberto Ingenito

organizzazione Gianni Pinto

regia di Roberto Capasso

Pacchiello è un untore, e l’usura è un sistema, un mezzo necessario per “contagiare” le vittime debitrici.

Un desiderio assoluto di condivisione della lordura della propria esistenza.

Un uomo dimenticato dalla coscienza, ossessionato dal potere, vive i ricordi che gli passano accanto veloci come un treno, fino ad investirlo.

Un Riccardo III “neomelodico” trasportato in una Napoli ubriaca e senza pudore

Redazione

Autore: Redazione

Lascia un commento