chiudi

Campania

Campania

Vertenza Atitech, Palmeri: “La Giunta De Luca in prima linea per il mantenimento dell’occupazione”

palmeri_foto

Atitech S.p.A., la Regione Campania presente anche oggi, venerdì 21 Luglio al tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico anche al tavolo del Ministero dello Sviluppo economico con l’assessore al Lavoro Sonia Palmeri conferma la piena disponibilità a mantenere gli impegni in relazione al tema della formazione professionale dei dipendenti Atitech.

La giunta in data 18 luglio u.s. ha proceduto, con delibera, a riscrivere in bilancio le relative somme e entro pochi giorni sarà liquidata la prima trance già realizzata in anni precedenti per un totale di 1 milione e 500 mila euro- afferma l’Assessore.

Inoltre lunedì 24 luglio ci sarà un tavolo operativo presso l’ Assessorato Regionale alla Formazione per verificare i successivi step di formazione e riqualificazione.

Per quanto riguarda il contratto di programma la Regione Campania esplorerà la possibilità di prendere in considerazione e contribuire a nuovi progetti di investimento insieme al MISE.

Segnali positivi dal MISE per l’ammissione al trattamento di Cigs fino al 31.12.2018 e ad ipotesi di rilancio dell’azienda, inserita nel quadro di un necessario rafforzamento del comparto aereonautico.”- conclude poi l’assessore.

 

fonte: SEGRETERIA ASSESSORE REGIONALE AL LAVORO SONIA PALMERI

leggi tutto
Campania

Assessore regionale al Lavoro Palmeri, Garanzia Giovani: «L’occupazione dei giovani va incentivata»

garanzia

Ieri a Roma, alla presenza del ministro Poletti e del presidente Anpal Del Conte, incontro cruciale sul futuro di Garanzia Giovani. Inizia la seconda fase del programma europeo che accompagnerà la Regione Campania fino al 2020. Il programma prevede per l’Italia una dotazione complessiva di 1,3 miliardi di euro, da ripartire tra le varie regioni. «Siamo anche nella fase di riprogrammazione del programma, con la possibilità di fare proposte al ministro Poletti. Per carattere, ascolto sempre con cura e rispetto le opinioni dei colleghi assessori delle altre regioni, ma su una richiesta in particolare di una regione del nord sono intervenuta in maniera netta. La proposta è quella di abolire in toto i tirocini di Garanzia Giovani, privando migliaia di giovani dell’opportunità di svolgere un periodo di crescita personale e di conoscenza delle proprie inclinazioni e attitudini», così l’assessore alle Risorse Umane e al Lavoro della Regione Campania, Sonia Palmeri. «Io dico: 1) Manteniamoli perché hanno contribuito a generare circa 1,3 mila nuove assunzioni in Campania; 2) Manteniamoli perché sono la porta d’ingresso verso le diverse opportunità occupazionali per giovani NEET; 3) Manteniamoli aumentando la vigilanza e prevenendo eventuali soprusi; 4) Manteniamoli, ma eliminiamo tutte le criticità registrate dalle Regioni nella prima fase di applicazione, in primis l’assoluta tempestività nei pagamenti da parte dell’INPS. Tranne che qualcuno mi convinca che anche senza incentivo all’inserimento ci sarebbero state in 2 anni le stesse assunzioni sul target di giovani che non studiano più, dai 15 ai 29 anni. Non possiamo inseguire logiche che trascurino le realtà territoriali del nostro Mezzogiorno ed io difenderò a spada tratta e con numeri alla mano ciascun incentivo di natura nazionale o regionale che spinga verso nuove assunzioni. Che piaccia o meno», conclude la Palmeri.

leggi tutto
Campania

Garanzia Giovani, Palmeri: “L’occupazione dei giovani va incentivata”

palmeri_foto

Ieri, mercoledì 19 luglio a Roma, alla presenza del ministro del lavoro Poletti e del presidente Anpal Del Conte, incontro cruciale sul futuro di Garanzia Giovani.

Inizia la seconda fase del programma europeo che ci accompagnerà fino al 2020. Il programma prevede per l’Italia una dotazione complessiva di 1,3 miliardi di euro, da ripartire tra le varie regionispiega l’assessore al Lavoro Palmeri.

Siamo anche nella fase dì riprogrammazione del programma, con la possibilità di fare proposte al Ministro Poletti. Per carattere, ascolto sempre con cura e rispetto le opinioni dei colleghi assessori delle altre regioni, ma oggi su una richiesta in particolare di una regione del nord… sono intervenuta in maniera netta.

La proposta è quella di abolire in toto i tirocini di Garanzia Giovani, privando migliaia di giovani dell’opportunità di svolgere un periodo di crescita personale e di conoscenza delle proprie inclinazioni e attitudini.”

L’assessore al Lavoro e alla Risorse Umane della Giunta Regionale presieduta dal governatore Vincenzo De Luca elenca una serie di motivi per cui è fondamentale mantenere il sistema dei tirocini formativi.

Io dico, manteniamoli perché hanno contribuito a generare circa 13 mila nuove assunzioni in Campania. Manteniamoli perché sono la porta d’ingresso verso le diverse opportunità occupazionali per giovani NEET.

Manteniamoli aumentando la vigilanza e prevenendo eventuali soprusi, e infine manteniamoli ma… eliminiamo tutte le criticità registrate dalle Regioni nella prima fase di applicazione, in primis l’assoluta tempestività nei pagamenti da parte dell’INPS.

Tranne che qualcuno mi convinca che anche senza incentivo all’inserimento, ci sarebbero state in 2 anni le stesse assunzioni sul target di giovani che non studiano più, dai 15 ai 29 anni.

Non possiamo inseguire logiche che trascurino le realtà territoriali del nostro Mezzogiorno- conclude poi l’Assessore– ed io difenderò a spada tratta ( e con numeri alla mano) ciascun incentivo di natura nazionale o regionale che spinga verso nuove assunzioni. Che piaccia o meno.”    

 

 

Fonte: SEGRETERIA ASSESSORE REGIONALE AL LAVORO SONIA PALMERI

leggi tutto
Campania

Campania, convenzione Regione-Provincia di Benevento sui CPI

assessore_palmeri

Palmeri: “Risposta concreta sui Centri per l’impiego”

 

Convenzione Regione Campania- Provincia di Benevento per la gestione operativa dei servizi per l’impiego e delle politiche attive del lavoro, anno 2017.

Firmata stamattina, giovedì 13 luglio, presso l’Assessorato regionale al Lavoro e alle Risorse Umane l’intesa istituzionale per gestione della delicata funzione dei servizi per il lavoro, per il territorio della provincia di Benevento.

“L’intesa ha lo scopo di garantire l’efficiente funzionamento dei centri per l’impiego, attraverso l’avvalimento del personale dipendente delle province a cui si garantisce, in virtù di specifici accordi ministeriali, il pagamento delle retribuzioni- afferma L’assessore Palmeri

La Regione Campania, anche per il 2017 supera e risolve l’empasse normativa sulla ‘ funzione del Mercato del lavoro ‘ che vede la competenza ripartita tra Regioni ed ex Province.

L’obiettivo fondamentale-continua la Palmeri- è assicurare servizi e misure efficienti agli inoccupati, disoccupati, lavoratori disagiati e fasce deboli, senza rimanere ‘imbrigliati’ nelle complicate maglie di atti normativi incoerenti!

La provincia di Benevento è stata la prima a siglare l’intesa, ora aspettiamo (insieme ai dipendenti dei CPI) che le altre province facciano lo stesso.

Senza alibi o colori politici, bisogna procedere spediti nel creare un mercato del lavoro efficiente, equo, inclusivo.

La giunta De Luca continua il percorso di attuazione di politiche attive per il lavoro in Campania, mettendo al primo posto l’interesse dei lavoratori. ”-conclude l’Assessore.

 

Fonte: SEGRETERIA ASSESSORE REGIONALE AL LAVORO SONIA PALMERI

leggi tutto
Campania

Ceta, Consorzio Provolone del Monaco di no

Giuseppe De Simone Vincenzo Peretti Giosuè De Simone

Il consorzio: “ Tuteliamo le piccole filiere Dop e igp”

Il Consorzio Provolone del Monaco DOP condivide la battaglia di Coldiretti e degli altri Consorzi di tutela campani per la difesa dell’agroalimentare campano messo a rischio dal trattato di libero scambio con il Canada (CETA).

Il CETA riconosce espressamente la tutela solo della mozzarella di bufala campana Dop, mentre rischiano di finire nel gioco commerciale delle imitazioni e dei falsi prodotti identitari 14 Dop e 9 Igp regionali, mettendo a rischio filiere produttive che rappresentano il sostegno all’economia delle aree rurali.

“Valutiamo negativamente un accordo che, sia nel metodo, sia nell’effetto finale, dovrebbe offrire importanti possibilità di sviluppo esclusivamente alle realtà produttive industriali e concentrate particolarmente al Nord”, è la considerazione del prof. Vincenzo Peretti, direttore del Consorzio Provolone del Monaco, l’unico formaggio DOP interamente prodotto nel territorio della Regione Campania con un produzione che ha superato nel 2016 gli oltre 60.000 kg, per commentare l’accordo commerciale Ue-Canada (Ceta).

“Svendere l’identità significa distruggere tutti gli sforzi fatti per tutelare la biodiversità e sostenere un’agricoltura di qualità fatta di tante piccole attività agrozootecniche, veri presidi del territorio ed ancora di salvezza per il Sud e la Campania”, aggiunge Giosuè De Simone, presidente del Consorzio di tutela.

Nel CETA manca il riferimento alla portata vincolante del principio di precauzione che, in Europa, impone una condotta cautelativa nelle decisioni che riguardano questioni scientificamente controverse circa i possibili impatti sulla salute o sull’ambiente. L’accordo prevede, al contrario, l’applicazione del principio di equivalenza delle misure sanitarie e fitosanitarie tra le parti, consentendo di ottenere il mutuo riconoscimento di un prodotto (e, quindi, di evitare nuovi controlli nel paese in cui verrà venduto), dimostrandone l’equivalenza con quelli commercializzati dalla controparte.

leggi tutto
ASSEriMEDIAmOCampaniaCittà Metropolitana

Poliziotti locali travestiti da turisti per multare i tassisti abusivi della Stazione di Afragola. 

polizia local

La grande Stazione porterà sviluppo se il controllo della società civile sarà sempre più incalzante.

Certo la Stazione di Afragola è realtà, viaggiatori, turisti, studenti. Dall’11 giugno fiumi di parole a mettere o a togliere a questa enorme infrastruttura che potrebbe cambiare definitivamente il volto di un intero territorio. Soli pochi  giorni dal taglio del nastro e sono arrivati i magistrati a spezzare l’entusiasmo: parcheggio e bar provvisorio senza i regolari permessi per esercitare. Titoloni sui giornali e sotto accusa finisce quasi sempre il municipio di Afragola anche se in realtà è stato proprio il municipio a negare quei permessi sia al parcheggio che al bar: infatti nessuno ha sottolineato che l’ufficio competente del municipio afragolese è stato il primo a negare quei permessi con una “pec”, posta elettronica certificata, lo ha fatto molto prima che arrivassero i magistrati a mettere i sigilli e nonostante le grandi difficoltà a tenere sotto controllo un territorio vasto come quello afragolese. Roghi tossici, l’ultimo stanotte proprio a lato della grande stazione, la movida notturna che sempre stanotte ha visto auto capovolte in pieno centro cittadino totalmente alla mercè dei folli che impazzano impuniti. Nonostante la carenza di uomini e mezzi, nonostante le poche risorse destinate al controllo del territorio qualcosa si cerca di fare. La Polizia Locale, con gli uomini del gruppo di polizia giudiziaria travestiti da turisti ha multato i tassisti che svolgono il servizio senza i permessi per farlo, in effetti i taxi possono solo portare persone e non prelevarle. C’è tanto da lavorare per fare in modo che la “Grande Stazione” metta in moto un sano sviluppo del territorio e c’è bisogno anche del controllo della società civile su questo processo oltre all’impegno della classe dirigente.

leggi tutto
Campania

Centri per l’impiego Campania, Palmeri: “E’ necessario assicurare un futuro certo ai dipendenti”

palmeri_foto

 Questa mattina, mercoledì 21 giugno 2017, l’assessore al Lavoro e alle Risorse Umane della Regione Campania, Sonia Palmeri è intervenuta al convegno sul futuro dei dipendenti dei Centri per l’impiego, organizzato dalla CISL funzione pubblica, alla presenza delle folte delegazioni dell’Abruzzo, Calabria, Lazio, Basilicata, Molise, Puglia, Sicilia, Sardegna.

“Siamo tutti allineati nel chiedere al Governo centrale chiarezza e rapidità nell’affrontare questo tema, cruciale anche per la gestione delle politiche attive al lavoro-afferma l’assessore– I dipendenti provinciali dei centri per l’impiego vedono la struttura organizzativa divisa tra l’indirizzo strategico in tema di servizi al lavoro e misure di politica attiva, in capo alla Regione, e l’attività gestionale che rimane in capo alle ex Province.

In tutte le Commissioni Regionali, nelle Conferenze dei Presidenti ed in tutti gli incontri ministeriali ribadiamo con forza che prima di immaginare un piano di rafforzamento dei centri, sulla cui indispensabilità siamo tutti d’accordo-sottolinea la Palmeri– è necessario assicurare un futuro stabile ai dipendenti pubblici dei servizi per il lavoro della Campania.

Intanto abbiamo sottoscritto con il Ministero del Lavoro la convenzione che assicura la continuità dei servizi e la retribuzione del personale e delle spese di funzionamento per l’anno in corso.

Il nostro obiettivoconclude poi l’assessoreè quello di creare un mercato equo, efficiente ed inclusivo ed i servizi per il lavoro pubblici e privati costituiscono uno snodo fondamentale per l’attuazione delle misure.”

leggi tutto
Campania

Inserimento lavorativo dei disabili, Palmeri: “Priorità della Giunta De Luca”

palmeri_1

“L’attenzione è alta sul tema dell’inserimento al lavoro dei diversamente abili e delle altre categorie protette – ha dichiarato l’Assessore Regionale al lavoro Sonia Palmeri nel corso di un convegno organizzato dall’ANMIL (associazione nazionale mutilati e invalidi sul lavoro) presso la Camera di Commercio di Napoli nell’ambito del 5° Salone Mediterraneo sulla responsabilità sociale di impresa.

Il decreto attuativo del Jobs Act (d.lgs. 151/2015) ha già introdotto significative modifiche alla normativa sui disabili che ormai risaliva a quasi venti anni fa.

Il risultato immediato è che sono stati incrementati gli incentivi e la durata per le assunzioni dei disabili, così come aumentata la platea degli aventi diritto perché si aggiungono i percettori dell’assegno ordinario di invalidità.

“Ma noi intendiamo andare oltre- continua l’assessore-crediamo che si possa sempre migliorare quello che il legislatore nazionale ha fatto fino ad oggi. Stiamo infatti già lavorando all’adozione di un protocollo di intesa con l’Ispettorato del Lavoro per creare una corsia preferenziale per gli accessi ispettivi in quelle aziende che hanno scoperture di disabili e di altre categorie protette.

Tale comportamento illecito, oltre al mancato rispetto delle quote di assunzione obbligatorie, comporta una distorsione del mercato a svantaggio di quelle imprese responsabili che rispettano tutti i parametri imposti dalla normativa e che fanno dell’inserimento dei disabili e delle altre categorie protette una bandiera, un marchio di qualità favorendo la crescita delle sensibilità dei lavoratori e la vera inclusione sociale.

Abbiamo fatto una riflessione inoltre sul limitare al 60% (sulla falsariga di quanto previsto per l’esonero parziale) il computo, nella quota di riserva, di quei lavoratori che nel corso del rapporto di lavoro siano divenuti disabili e per cause non dipendenti dal datore di lavoro.

In questo modo riteniamo di poter creare in Campania molti nuovi posti di lavoro per queste categorie svantaggiate.

Queste misure servono a coniugare la necessità dello sviluppo economico con la coesione sociale. L’obiettivo- conclude poi l’assessore– che ci siamo posti fin dal primo giorno del nostro insediamento è stato quello di creare un mercato del lavoro equo, efficiente ed inclusivo ed i soggetti appartenenti alle categorie protette devono avere le stesse possibilità di tutti gli altri.

La Giunta De Luca si batterà sempre per raggiungere questo obiettivo.”

leggi tutto
Campania

Vertenza Ericsson, Palmeri: “Non deve calare il sipario.”

palmeri_1

 

L’assessore al Lavoro della Regione Campania, Sonia Palmeri, non abbandona i lavoratori della Ericsson e in questa nota stampa chiarisce la posizione del Governo Regionale in merito alla vertenza.

“Una grande azienda si riconosce non solo dal suo fatturato ma anche dalla capacità di ricercare alternative valide al superamento di momenti di congiuntura sfavorevole, non liberandosi dei dipendenti che hanno contribuito al suo successo, ma rilanciando su sviluppo e innovazione” – afferma l’assessore a lavoro della regione Campania, Sonia Palmeri.

“Per mesi ci siamo opposti in maniera netta ai licenziamenti paventati dalla Ericsson sulla sede di Napoli.

Per mesi abbiano combattuto, insieme alla 00.SS e alle altre 4 Regioni una battaglia contro il freddo distacco di uno dei colossi mondiali delle telecomunicazioni, con l’obiettivo di mantenere inalterati i livelli occupazionali e rilanciare le attività come è avvenuto per esempio per Almaviva- continua la Palmeri-il cui recupero di produttività premia ogni sforzo profuso.

Inoltre, abbiamo offerto, con la partecipazione di tutte le regioni coinvolte, finanziamenti per la formazione continua per ricerca e sviluppo, per reindustrializzazione, per poli e distretti, contratti di sviluppo e accordi di programma ma l’azienda ha sempre dichiarato di non voler ricorrere ad istituti conservativi quali CIG o solidarietà.

Ribadisco che aziende come questa non possono non riuscire a coniugare esigenze di bilancio con una chiara responsabilità sociale.

Noi non abbandoniamo il campo. Saremo sempre vicini ai lavoratori che stanno soffrendo in questo momento con l’impegno, la passione e la determinazione che ci contraddistingue e con la preziosa attenzione del Ministero del Lavoro nel tentativo di trovare uno sbocco positivo anche a questa complicatissima vertenza.” – conclude poi l’Assessore.

 

leggi tutto
Campania

Napoli, imprese e istituzioni a confronto sul tema lavoro

palmeri_1

 

Palmeri: “Il Lavoro non si crea per decreto, ma nasce dalla rinascita economica dei territori.”

 

Si è discusso di lavoro e opportunità stamane all’ unione industriale di Napoli in un incontro dibattito sul tema del lavoro e della flessibilità come strumento per facilitare l’ingresso o il reingresso nel Mondo del lavoro.

Sono Intervenuti fra gli altri l’ex ministro del lavoro Maurizio Sacconi, il prof Tamajo de Luca, Agostino di Maio direttore generale di Assolavoro e Michele Amoroso di Generazione Vincente.

La sfida sulle politiche del lavoro nella Regione Campania coinciderà con la capacità nell’affrontare le priorità che la programmazione comunitaria ha fissato, connotandole con contenuti specifici, originali e peculiari della nostra realtà economica e sociale- ha dichiarato l’assessore al Lavoro Sonia Palmeri.

Riaprono i cantieri, le infrastrutture dei trasporti si irrobustiscono, si rilanciano cultura e turismo, si riqualifica l’ambiente, si compiono opere di rigenerazione urbana, il tutto per ritornare ad essere attrattivi per investitori ed imprese.

Il lavoro è l’obiettivo numero uno dell’attività della giunta De Luca . Ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo semplificato, sburocratizzato e messo in piedi un piano per il lavoro che quota 400 milioni e che in 20 mesi ha prodotto più di 20 mila nuove assunzioni. – ha concluso poi l’assessore Palmeri.

leggi tutto