chiudi

COMUNICATI STAMPA

COMUNICATI STAMPA

Nelle librerie Il Cantagiro. Dal 1962 a oggi

Scheda Il Cantagiro

di Giulia Carla Di Carlo e Jonny Triviani, edito da ABEditore

Prefazioni di Massimo Ranieri, Edoardo Vianello, Paolo Mengoli,

Marino Bartoletti, Piero Cassano

 

Un libro che racconta una storia lunga 55 anni, 372 pagine per celebrare oltre mezzo secolo di eventi, nel corso del quale è stata vissuta e raccontata la storia d’Italia, attraverso la musica e i suoi protagonisti: è con questo spirito che nasce Il Cantagiro. Dal 1962 a oggi, il libro scritto a quattro mani da Giulia Carla De Carlo e Jonny Triviani, disponibile in tutte le librerie italiane, edito da ABEditore.

Scritto con uno stile semplice, autentico, coinvolgente, che ricorda lo spirito del Cantagiro, il libro arriva dritto al cuore di chi legge proprio come accadeva con le auto che sfrecciavano negli anni ’60 per le strade italiane: portando a bordo i cantanti, la loro musica, i sogni delle persone comuni, che attendevano i loro beniamini lungo le strade e nelle piazze, senza barriere e istituzionalismi da palco. Gli autori ci accompagnano in un salto nel tempo tra le pagine di una storia – quella fatta dalle parole delle canzoni – che ci racconta quella parte di Italia che ancora sa farci emozionare. Fino ai giorni d’oggi.

Arricchiscono il testo le prefazioni di Massimo Ranieri, Edoardo Vianello, Paolo Mengoli, Marino Bartoletti, Piero Cassano, che scrivono del “loro” Cantagiro, tra aneddoti, ricordi e curiosità; l’introduzione di Enzo De Carlo, patron della manifestazione canora; le illustrazioni di Mauro “Squiz” Daviddi, immagini dell’epoca e anastatiche di giornali di quegli anni.

Sul canale Youtube del Cantagiro è possibile visualizzare il booktrailer del libro: https://www.youtube.com/watch?v=Savjp94FZ5A&t=9s

Info e aggiornamenti anche sul sito web ufficiale www.ilcantagiro.it e sui canali social Facebook, Instagram, Twitter del Cantagiro.

Gli autori

Giulia Carla De Carlo è scrittrice, regista, attrice. Ha collaborato per la collana Super Brividi Mondadori. Ha scritto un racconto in Brividi a Roma, il fumetto Sirena-The professor, diverse sceneggiature tra cui il docufilm Noi, Artigiani diretto dal regista Duccio Forzano. Regista di videoclip e cortometraggi, nel 2012 ha concorso al David di Donatello web con il corto Adotta un italiano. Ha recitato nei più importanti teatri d’Italia al fianco di attori del calibro di Ugo Pagliai, Paola Gassmann, Nini Salerno, Franco Oppini, Barbara D’Urso. Ha partecipato alla serie tv Carabinieri e a film come In nomine Satana, Il compagno Americano, Eden, La Guerra dei Corti. È speaker radiofonica e giornalista. Collabora con Il Cantagiro dal 2005, presentatrice ufficiale dal 2014.

Jonny Triviani è attore, regista e scrittore. Recita in teatro, cortometraggi e televisione, partecipando a Una donna per amico 3, Incantesimo 8, I Cesaroni. Già inviato di Striscia la notizia e attore a Casa Rai Uno, recita in Eden, La Guerra dei Corti, Il Pianeta delle Scimmie. Regista di videoclip e cortometraggi, nel 2012 ha concorso al David di Donatello web con il corto Adotta un italiano. È ideatore e regista della web serie Abdullywood, ha scritto un racconto in Brividi a Roma, il libro Aquattromani e 365 storie cattive, sceneggiature di film e cortometraggi.

leggi tutto
COMUNICATI STAMPA

Lavoro, Palmeri e Lepore: “Leonardo mantiene i patti e riassume i primi 75 lavoratori ex Atitech.”

Palmeri_1

Si prosegue nell’attuazione dell’accordo siglato il 31 luglio 2017 fra le Organizzazioni Sindacali, Leonardo S.p.A., Atitech Manufacturing, che prevede un serrato piano di assorbimento dei lavoratori ex Atitech nei prossimi mesi.

Si procederà in due tranche (Febbraio- marzo) ad assorbire 75 dipendenti (dei 178 totali) presso lo Stabilimento di Pomigliano.

Per le ulteriori risorse umane sarà attivato un tavolo per verificare le ricollocazioni in Campania negli Stabilimenti di altre Divisioni Leonardo, coerenti con i fabbisogni Industriali.

Saranno inoltre verificate le disponibilità, su base volontaria, all’esodo o al trasferimento in altre Regioni.

L’assesore al Lavoro e L assessore alle Attività Produttive della regione Campania esprimono viva soddisfazione per lo stato di avanzamento raggiunto che rappresenta un lavoro sinergico che va continuato in maniera responsabile.

SEGRETERIA ASSESSORE REGIONALE AL LAVORO SONIA PALMERI

leggi tutto
COMUNICATI STAMPA

R.T., agli esami di Napoli promossi solo il 7 percento degli iscritti

luca-lanzetta

Le agenzie formative campane contro la circolare del Ministero dell’Ambiente

 Lanzetta: “Risultato impietoso per una querelle per cui già siamo in Tribunale, si prendano presto provvedimenti”

 

Sui 257 allievi che si sono presentati all’esame, solo 18 hanno conseguito l’abilitazione professionale. In pratica, il 7 percento degli allievi, un fallimento totale. Parliamo dell’esame dello scorso 9 gennaio come Responsabile Tecnico Impresa Gestione Rifiuti, figura professionale al centro di una polemica finita anche in Tribunale e che vede protagoniste le agenzie formative campane, in prima linea contro una circolare ministeriale che lo scorso maggio ha di fatto affidato la certificazione di questa qualifica professionale all’Albo Nazionale Gestori Ambientali.

 

“Il primo esame del nuovo corso di Responsabile Tecnico Impresa Gestione Rifiuti tenutosi a Venezia lo scorso 19 dicembre – afferma Luca Lanzetta, presidente del Movimento Libero e Autonomo, associazione che raccoglie oltre 300 agenzie formative campane – è stata un’ecatombe. Solo il 20 percento circa degli esaminandi è riuscito a conseguire l’ambita abilitazione, al centro di una querelle ancora viva. Un dato che per assurdo ha fatto festeggiare i nuovi enti che erogano i corsi di formazione in questione: non sono esami farsa, qualcuno ha tenuto ad esclamare”.

“I dati degli esami napoletani – continua Lanzetta – invece confermano che di farsa si tratta. Noi, sia chiaro, non contestiamo l’esame, ma il percorso formativo che dovrebbe adeguatamente preparare gli allievi ad esso. Siamo convinti che qualsiasi coefficiente d’efficacia del percorso formativo inferiore o uguale al 70 percento di promossi all’esame è da considerarsi negativo. Non solo, ma queste preparazioni ci risultano costare 1800 euro a fronte di soli tre giorni di formazione. Una quota ingiustificabile: per la stessa cifra, le agenzie formative erogavano corsi trimestrali”.

 

Il Movimento Libero e Autonomo, unitamente al Si.Form., a capo di un pool di agenzie formative, ha avviato un procedimento al TAR contro questo nuovo iter formativo; ricorso a cui anche la Regione Campania ha dato il suo appoggio con un intervento ad adiuvandum. “Riteniamo – spiega Lanzetta – che questa scelta ministeriale abbia in primis violato il principio che prevede che la formazione professionale sia competenza regionale. Non solo, ma l’attuale Presidente dell’Albo in questione, Eugenio Onori, risulta essere (in un caso di conflitto d’interessi non di poco conto) relatore – nonché garante – della Scuola di Formazione per Responsabile Tecnico Impresa Gestione Rifiuti promossa da Tuttambiente. Insomma, il formatore prepara gli allievi a test validati dall’ente che presiede”.

 

Al momento il procedimento al TAR è in attesa delle considerazioni del merito.

 

“Noi – conclude Lanzetta – che in realtà siamo sempre benpensanti e riteniamo che quella di Onori sia solo una caduta di stile, non permettendoci mai di fare allusioni, ci limitiamo a sottolineare che il solo dato relativo ai promossi all’esame abilitante dovrebbe mettere in discussione tutto il sistema che si è venuto a creare. Una formazione costosa e frettolosa – reinterpretando un vecchio adagio di cui prima – fa i corsisti fessi”.

 

leggi tutto
COMUNICATI STAMPA

Somma, amministrazione Di Sarno sabato inaugura il parcheggio multipiano “Dietro le Torri”

parcheggio multipiano

SOMMA VESUVIANA.  Dopo 15 anni apre ai cittadini il parcheggio multipiano di via Dietro Le Torri nel centro storico del Casamale. Un’opera pubblica progettata nel 2003 finalmente vedrà la luce sabato 20 gennaio alle ore 11.30. L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Di Sarno, a  sei mesi dal suo insediamento, ha sbloccato un progetto che ormai assumeva i contorni de “La storia infinita”. Grazie soprattutto alla costanza e all’operato del gruppo consiliare dei Verdi e dell’assessore del partito e delegato ai Parcheggi, Ciro De Simone.

“Sono convinto che la struttura andava aperta al più presto”, afferma De Simone, “per evitare che, una volta ultimata, venisse vandalizzata come è capitato per altre opere pubbliche. Siamo contrari allo sperpero di denaro e per questo ci siamo attivati per aprirlo in tempi brevissimi e renderlo operativo e fruibile ai cittadini”.

“Un’apertura su cui abbiamo lavorato dal primo giorno in cui ci siamo insediati”, spiega il capogruppo dei Verdi in consiglio comunale, Salvatore Esposito, “perché la riteniamo un’opera pubblica importante per decongestionare il traffico che si riversa soprattutto nel centro storico della nostra città. In questo modo il quartiere Casamale sarà “libero” dalle auto e diventerà più vivibile e pronto ad avere il ruolo di attrattore turistico che gli è naturale, considerati i beni architettonici, culturali e artistici che gli sono propri. Sono ampiamente soddisfatto perché questo parcheggio l’ho visto nascere nel 2003, quando ero consigliere dell’amministrazione guidata dal sindaco Vincenzo D’Avino e  si concretizza un’opera la cui ideazione e finanziamento era propria di quella compagine di cui facevo parte. Per l’opera che inauguriamo sabato voglio ringraziare l’operato del sindaco e dell’assessore che, congiuntamente, si sono prodigati incessantemente affinchè questo progetto venisse realizzato in tempi brevi e posso già dire che presto sarà aperto anche un altro parcheggio bloccato da anni: quello di via Casaraia”.

Soddisfatto il sindaco Salvatore Di Sarno: “Sono davvero contento di poter aprire un parcheggio multipiano di cui negli anni si è tanto discusso e sembrava non vedere mai la luce. Contento perché è un primo passo concreto del nostro agire amministrativo teso a risolvere i problemi dei cittadini e poi perché ci consentirà, una volta a regime, di studiare un  piano di traffico limitato per il nostro meraviglioso centro storico. Un obiettivo che ci permetterà di farlo rinascere e farlo diventare traino del turismo a Somma Vesuviana”.

La gestione del parcheggio sarà assegnata alla società “TMP – Servizi per la PA srl”, già affidataria del servizio di “strisce blu” attualmente in esercizio sul territorio di Somma Vesuviana agli stessi patti e condizioni del contratto stipulato  nel 2014. La società ha provveduto, senza alcun onere, per il Comune ad installare: 12 telecamere di videosorveglianza per il controllo delle aree coperte e scoperte della struttura; 2 parcometri all’interno della struttura. Il parcheggio sarà aperto 24 ore su 24, prevede il 30% di posti riservati agli abbonati che sarà possibile effettuare a 30 euro al mese e permetteranno (come tutti gli abbonamenti alle strisce blu della città di Somma) di parcheggiare anche nell’area sosta di via don Minzoni, lungo via San Giovanni de Matha e su via Traversa Casaraia.

leggi tutto
COMUNICATI STAMPA

L’ assessore Sonia Palmeri a Radio Siani: “L’illegalità sfregia la cultura della nostra terra”

foot_2

Sonia Palmeri, assessore al Lavoro e alle Risorse Umane della Regione Campania ospite ai microfoni di Radio Siani, la Radio della Legalità, dopo essersi confrontata con i soci della cooperativa Giancarlo Siani che edita il network, è stata intervistata da Ciro Oliviero, caporedattore e volontario storico della Radio.

Durante la trasmissione l’assessore ha risposto a domande inerenti tematiche legate al lavoro e legalità.

“Emozione, coraggio, voglia di legalità!!!

Questo ed altro si respira tra le mura di Radio Siani, al corso Resina ad Ercolano- afferma l’assessore– Giuseppe Scognamiglio e tutti gli altri volontari: Enzo, Mimmo, Ciro, Giuliana, Marco, Alessio, Cesare, Ibram, oggi mi hanno ospitata in radio, una struttura strappata alla camorra, dai cui studi trasmettono ogni giorno i valori dell’onestà, dell’impegno civile, della solidarietà, della condivisione, in una sola parola, speranza!

Abbiamo affrontato insieme questi temi, che si intrecciano a fil doppio con il Lavoro, che deve essere il traguardo di ciascuno.

Ma non è solo radio. A marzo 2012 nasce la cooperativa sociale Giancarlo Siani che, tra l’altro, produce colture tipiche locali della zona vesuviana, in un fondo agricolo confiscato alla camorra.

Radio Siani è una web radio anticamorra, intitolata alla memoria di Giancarlo Siani, il cronista de Il Mattino ammazzato a soli 26 anni dalla criminalità organizzata.

Le Istituzioni debbono essere vicine e presenti- conclude poi– per garantire attenzione e sostegno a chi porta avanti esempi di rigenerazione del contesto sociale e territoriale.”

SEGRETERIA ASSESSORE REGIONALE AL LAVORO SONIA PALMERI

leggi tutto
COMUNICATI STAMPA

Le Radio Unite Italiane: l’unione fa la forza…anche a Sanremo

IMG_20180114_205632

“Radio Unite Italiane” è un circuito che nasce dalla sinergia di diverse emittenti locali e regionali italiane che hanno unito le loro forze per far sentire la propria voce e la propria presenza nel panorama radiofonico nazionale, in un momento di grande incertezza per la radiofonia locale, con la gara fra i grandi network che sembrano voler decretare la fine di quel che è stato ed è ancora il mezzo di comunicazione per eccellenza più vicino alla gente.

Radio Unite Italiane incarna perfettamente il motto: “l’unione fa la forza!”: infatti, il circuito riesce ad offrire una copertura capillare in Fm in tutta Italia, oltre al web ed al DAB+, per alcune emittenti una tecnologia già presente, per altre un battesimo imminente nell’era digitale; ciò consente ad artisti, case discografiche, aziende nazionali e locali di poter far conoscere i propri prodotti, la propria musica, libri etc., ottimizzando tempi e costi, ed assicurando una pubblicità su scala nazionale con diversificazione dei target, che quindi riesce a raggiungere davvero il pubblico desiderato.

Dopo la fortunata esperienza del Radio City Milano, le Radio Unite Italiane ritornano per il 68° Festival della Canzone italiana di Sanremo.

Da lunedì 5 Febbraio a sabato 10 Febbraio 2018, dalle ore 15.00 alle 18.00, le Radio Unite Italiane trasmetteranno a reti unificate in diretta da Sanremo nello studio allestito presso il Cafè Agorà in Piazza San Siro, a pochi passi dal Teatro Ariston, nel cuore della città dei fiori, una prestigiosa location che permetterà a tutti di seguire da vicino la manifestazione canora più importante d’Italia, con interviste agli artisti in gara e a tutti i protagonisti della kermesse. La conduzione sarà affidata a Gaetano Risi, Rosanna Astengo “Ross” e Gino Alò, regia e coordinamento tecnico di Andy Ragusa.

Presenti anche le telecamere di Graziano Tomarchio Tv Production, che trasmetterà in diretta e con un format che non mancherà di coinvolgere ospiti ed il pubblico sanremese, e che sarà ripetuto da altre emittenti locali in tutta Italia.

Pertanto, si richiede la cortese collaborazione delle Case Discografiche nel voler concedere uno spazio ai propri artisti in gara a Sanremo 2018, sostenendo fattivamente la radiofonia locale italiana, che permette agli artisti di farsi conoscere ed amare dal pubblico.
Viva la Radio!

leggi tutto
COMUNICATI STAMPA

Il carillon di Domenico Balsamo incanta Casalnuovo

24862485_10210485889008288_7101089965061673091_n

Mostra a palazzo Lancellotti, al via il 12 Gennaio inaugurata venerdì 12 gennaio 2018, ore 18,30

Domenico Balsamo trasforma Palazzo Salerno-Lancellotti di Durazzo a Casalnuovo di Napoli nel “non-luogo” perfetto. Con la mediazione dell’artista l’accesso al palazzo si trasforma per il visitatore in una esplorazione nella propria interiorità: un viaggio onirico nel proprio inconscio.

Questo il progetto espositivo di Domenico Balsamo che presenta i suoi capolavori nel comune napoletano dal 12 Gennaio con una mostra curata da Marco Izzolino e che si articola in due aree distinte dell’edificio. “Da un lato un’opera site-specific pensata per assecondare la struttura scenografica del portico d’ingresso dell’edificio; dall’altro un intervento nella galleria espositiva, la cui struttura architettonica è stata attenuata, attraverso un artificio di luci ed ombre, per trasformare l’ambiente nello sfondo di un dialogo puramente emozionale – queste le sensazioni che l’artista vuole passare al pubblico – per raccontare due diversi fasi dell’evoluzione psicologica dell’individuo, che partono da una matrice comune”.

Nell’atrio del palazzo il primo lavoro di Balsamo Carillon, da cui trae il titolo la mostra. Il Carillon rappresenta un’ipnotica giostra multisensoriale dai colori pastello carica di messaggi apparentemente rassicuranti e positivi messi in musica dal compositore Carmine Minichiello che si riverberano negli spazi aperti del palazzo.

Nella galleria espositiva, invece, il visitatore viene attratto in uno spazio semi oscuro nel quale lo accompagna l’ascolto di una sorta di dialogo tra due battiti di cuore. Cinque campane di vetro imprigionano, ma contemporaneamente mettono in evidenza, dei singolari elementi circolari di due colori diversi. Dalle campane si propaga il suono dei battiti che è echeggia in tutto l’ambiente e, come il suono, anche l’immagine ossessiva degli elementi dentro le campane è riprodotta dappertutto.

“Queste strane forme circolari rappresentano proprio dei battiti di cuore, effetto del conflitto tra due individui posti, idealmente e forzatamente, uno di fronte all’altro. Il corpo fisico delle forme esposte non è altro che l’insieme di questi battiti nati proprio dal conflitto, dalla tempesta emotiva – Beating storm è il titolo dell’opera – di cui lo spettatore è chiamato così ad essere testimone inconsapevole” immagina così la sua opera Domenico Balsamo.

Il percorso all’interno di Palazzo Salerno-Lancellotti si trasforma per il visitatore in un’amara presa di coscienza “come il carillon – chiarisce l’artista -, nel quale ogni singolo ingranaggio concorre ad illudere l’essere umano rappresentando un’aspettativa di benessere e serenità fino a che, inaspettatamente, non sopraggiunge l’incontro con la diversità”.

“È una mostra che chiuderà il ciclo di esposizioni di palazzo Lancellotti nell’ambito dell’evento Calici e Cotone 2017, giunto alla sua terza edizione e che quest’anno si è arricchito di percorsi artistici diversi: dalla fotografia alla scultura alle istallazioni di arte contemporanea. Il tutto è stato possibile grazie al recupero dell’antico Palazzo Lancellotti che è il luogo ideale per accogliere tutte le forme d’arte. È un bene che mettiamo a disposizione dei cittadini per diffondere cultura e sapere”. Così il sindaco Massimo Pelliccia dichiara in conclusione dell’intenso ciclo di eventi che ha caratterizzato la kermesse Calici e Cotone di quest’anno.

leggi tutto
COMUNICATI STAMPA

Ali e Radici, progetto Crisalide presenta: Laboratorio di Make Up Oncologico

associazione Ali e Radici
Il laboratorio è rivolto alle donne con l’obiettivo di voler recuperare la positività della propria immagine, durante e dopo le cure, offrendo consigli pratici per fronteggiare meglio gli effetti secondari che tali trattamenti causano alla pelle. Nel corso della malattia la donna si ritrova ad affrontare la perdita dell’integrità fisica, ovvero una caduta della propria immagine con conseguente alterazione del vissuto corporeo a causa di interventi chirurgici ed effetti collaterali delle terapie.
L’estetica oncologica non è solo una parentesi di leggerezza, durante la quale le donne non pensano alla malattia ma è un’iniezione di fiducia, uno strumento di supporto psicologico che le aiuta a ritrovare la forza, a sentirsi bene con loro stesse e con la propria femminilità, a rilassarsi prima delle terapie e ad affrontare le conseguenze con una marcia in più.
“Sono entusiasta di questo laboratorio, da me voluto fortemente, metto la mia professionalità al servizio di chi ne ha bisogno attraverso la mia esperienza. Utilizzerò prodotti di alta qualità specifici e adatti per tale make up”. Dichiara Michela Marino, estetista e make up artist.
Il laboratorio è attivo tutti i lunedi dalle ore 10:00 alle 11:30 presso la sede dell’associazione Ali e Radici, sita in via Laurenza 69, San Felice a Cancello;  sono previste attività itineranti presso le sedi delle associazioni coinvolte e dovunque richiesto.
leggi tutto
COMUNICATI STAMPA

“Si cerchino i veri responsabili del blocco degli esami”, il Movimento commenta l’interrogazione proposta da Di Scala (FI)  

luca-lanzetta

Lanzetta: “Il blocco degli esami è un problema burocratico, non politico. Grazie al duro lavoro nostro e di Chiara Marciani sono emerse le ‘schifezze’ della formazione campana”

 “Apprendiamo dagli organi di stampa che la consigliera regionale Maria Grazia Di Scala ha presentato un’interrogazione all’assessore regionale alla formazione Chiara Marciani per il blocco degli esami di chi ha già svolto corsi di formazione, in virtù degli ultimi provvedimenti che regolamentano il comparto formativo, in particolare l’ultima delibera riguardante l’accreditamento degli enti. Apprezziamo l’attenzione della consigliera Di Scala, che ha messo in luce un problema serio su cui tra noi associati già stiamo abbondantemente dibattendo. Però invitiamo la consigliera, vista la sua sensibilità, a centrare il punto: il problema non è Chiara Marciani ma qualche burocrate o dirigente che ha combinato l’ennesimo guaio”.

Lo afferma Luca Lanzetta, presidente del Movimento Libero e Autonomo che rappresenta oltre 300 enti formativi campani. “Con l’assessore – spiega Lanzetta – abbiamo un ottimo rapporto e immediatamente dopo la delibera abbiamo già avviato gli incontri per correggere questo insensato blocco degli esami. Non solo, ma durante il suo mandato tante schifezze legate all’universo formativo campano sono state cancellate grazie alla sinergia con le associazioni”.

“Sicuramente – continua Lanzetta – c’è stata sufficienza. Il nuovo sistema di accreditamento dovrà instaurare i laboratori interni agli enti e l’introduzione della retta minima, ricordando sempre che il libero mercato se non controllato diventa una giungla”.

“Al contrario – conclude Lanzetta – ancora una volta ci troviamo costretti a denunciare come a un assessorato guidato con attenzione e competenza sembri non corrispondere una altrettanto efficace gestione da un punto di vista burocratico, gestionale, dirigenziale. Ancora una volta siamo costretti a mettere le cosiddette ‘pezze a colori’ per errori dovuti probabilmente a disattenzioni di qualcuno forse più concentrato su troppe cose affidate che sono estranee alla formazione”.

leggi tutto
COMUNICATI STAMPA

Lavoro, Palmeri: “Vertice in Regione con le OO.SS, lavoratori della ex Carrefour di Casoria, nuova Azienda.”

Palmeri_1

L’assessore Sonia Palmeri interviene sulla questione dell’ex Carrefour di Casoria

 

Una delle prime vertenze che l’Assessore Sonia Palmeri ha dovuto fronteggiare è stata la condizione dei 150 ex dipendenti del Carrefour di Casoria, fallito nel 2011.

Come per ciascun tavolo di crisi aziendale l’Assessorato al lavoro ha iniziato incontri e confronti, circa una decina in 2 anni, con le parti sociali, con i lavoratori, Prefetto, Sindaco, ed anche con la nuova società che nel frattempo ha rilevato il sito.

Ogni sforzo utile e stato messo in campo al fine di contribuire a dare la possibilità di reimpiego nella nuova attività ai lavoratori espulsi dal ciclo produttivo.

“La nuova azienda, abruzzese- dichiara l’Assessore Palmeri– del settore abbigliamento, con circa 300 dipendenti su 7 punti vendita in Campania, è stata sempre molto disponibile al dialogo e non si è mai sottratta al confronto.

Sta infatti procedendo spedita ai lavori di insediamento della nuova attività nonché di sistemazione viaria e di valorizzazione dell’area che rischiava la desertificazione industriale.

Il 9 gennaio in Regione si è così tenuto incontro di aggiornamento, al fine di capire lo stato di avanzamento dei lavori e le prospettive dell’impresa, che sa di poter contare sui numerosi incentivi- conclude poi– all’assunzione ed alla riqualificazione professionale messi in campo dalla Giunta De Luca.”

 

SEGRETERIA ASSESSORE REGIONALE AL LAVORO SONIA PALMERI

leggi tutto