chiudi

Eventi

Eventi

Preludio e presentazione di stagione al Nostos Teatro

Caipirinha, Caipirinha!_NOZZE

Con “Caipirinha, Capirinha!” 

di Sara Sole Notarbartolo

Nello spazio di Aversa, sabato 18 novembre alle ore 21, spettacolo e festa di apertura

con presentazione di stagione a seguire

 

Il Nostos Teatro apre la stagione 2017/2018 con “Caipirinha, Caipirinha!” di Sara Sole Notarbartolo sabato 18 novembre alle 21 (in replica domenica 19 novembre alle 19). Tre uomini in un bar della provincia di Roccapaduli, un non meglio precisato paesino del sud Italia. Bob, Walter e Vincenzo sono amici.

Amano Wilma, presenza costante eppure assente, e Wilma ama loro. Una commedia dai ritmi serrati che si interroga su sentimenti, umanità e… cocktail. Lo spettacolo, scritto e diretto da Sara Sole Notarbartolo con Andrea de GoyzuetaGiovanni Granatina Fabio Rossi. Scrive la regista e autrice nelle note: – Temo malinconicamente che la scrittura nasca sempre da una forma di malattia.

Da un nocciolo doloroso. Il mio nocciolo doloroso, la mia punta di impazzimento degli ultimi anni riguarda le conseguenze del non detto. Come tanti grandi depressi vivo l’esilarante maledizione di riuscire a esprimere le cose che fanno male solo in modo molto molto divertente. E così, aiutata e anche guidata dalle estenuanti improvvisazioni dei tre attori che sono sulla scena ho messo davanti ai miei, e ai vostri, occhi, una cosa indicibile, teneramente indicibile, assolutamente indicibile: il tradimento per amore di qualcuno che si ama. La chiave non è nel fatto che Wilma sia una donna libera o una zoccola, né se Bob e Walter e Vincenzo siano realmente amici, né se i loro tentativi di dirsi la verità siano sinceri, né se la verità sia meglio saperla o lasciarla occultata. La chiave, semplicemente, non c’è. C’è solo la porta. E la porta è quella di un bar. 

Uno spettacolo divertente che racconta, con poesia e ironia, l’amore e la vita a tempo di cocktail è il giusto preludio per accogliere il pubblico nella nuova stagione del Nostos Teatro, ancora tutta da svelare.

Sabato 18 novembre, dopo lo spettacolo, sarà presentata Approdi 2018 del Nostos Teatro. E che la festa cominci!

 Caipirinha, Caipirinha!

di Sara Sole Notarbartolo

con

Andrea de Goyzueta

Giovanni Granatina

Fabio Rossi

disegno luci Paco Summonte

costumi Gina Oliva

regia e drammaturgia Sara Sole Notarbartolo

Una produzione

Taverna Est Teatro

in collaborazione con

Ex Asilo Filangieri e Nostos Teatro 

 Nostos Teatro

Viale J. F. Kennedy, 137, trav. Brodolini, 6

81031 – Aversa (CE)

Info e Prenotazioni:

info@nostosteatro.it

Tel. 081 19 169 357

Cel. 389 24 714 39

Per raggiungerci in auto su Google Maps digita: Nostos Teatro Aversa

Per raggiungerci con il trasporto pubblico: Fermata Aversa Ippodromo della Metropolitana linea Arcobaleno (linea Napoli – Giugliano – Aversa)

leggi tutto
Eventi

Serena Autieri al Teatro Summarte

56 ° Festival Dei 2 Mondi

L’attrice in scena nello spettacolo: “La Sciantosa”

 Venerdì 10 e sabato 11 novembre – ore 21

Somma Vesuviana (NA) – Dopo il grande successo ottenuto all’apertura della nuova stagione teatrale con Debora Caprioglio, andrà in scena al Teatro Summarte (via Roma, 15 – Somma Vesuviana, Napoli), venerdì 10 e sabato 11 novembre alle ore  21:00, “La sciantosa” di Vincenzo Incenzo lighting design Valerio Tiberi, costumi Monica Celeste, in scena Alessandro Urso con il Quintetto Popolare Italiano vedrà come protagonista Serena Autieri nota attrice, cantante e conduttrice televisiva.

Uno spettacolo che entusiasmerà il pubblico in un abbraccio di sensazioni e in un felice connubio tra classicità e modernità. La Napoli che fa palpitare il cuore per ’A tazz’ e cafè, Comme facette mammeta, I’ te vurria vasà .

<<Sono cresciuta a Napoli in una famiglia che amava profondamente questa città.>> Ha dichiarato l’attrice Serena Autieri. << I miei nonni erano appassionati della tradizione della musica napoletano e lo scopo di questo spettacolo è  far arrivare al mondo intero solo le cose belle della nostra Napoli, una città meravigliosa!>>

La protagonista proporrà agli spettatori una rilettura innovativa e attuale del caffè chantal attingendo al repertorio dei primi del ‘900 diventati classici napoletani, ma anche perle nascoste come Serenata napulitana e Chiove. Radici poetiche e melodie ottocentesche che ben si armonizzano con profumi arabi, saraceni e americani, il tutto elaborato con raffinata professionalità da Serena Autieri.

Gli altri spettacoli: a dicembre ci sono due spettacoli, con il tenore Vincenzo Costanzo with Elio Coppola Quartet in “Costa Band” e il concerto di Alfredo di Martino in “Accordion Project Jazz Tango”; a gennaio ci sono Gino Rivieccio, Sandra Milo, Fanny Cadeo e Marina Suma in “Mamma… ieri mi sposo, Twixt” con la regia di Pino Strabioli; a febbraio Lucio Pierri, Ernesto Lama, Yuliya Mayarchuk e Davide Marotta saranno in scena con “TFR – Trattamento di fine rapporto” la social comic comedy con la regia di Lucio Pierri; a marzo Peppe Iodice sarà a teatro con il recital comico “Ieri, Iodice e Domani” con la regia di Peppe Iodice e Lello Marangio; ad aprile sarà in scena con Maria Nazionale, Carlo Buccirosso, in “Il Pomo della discordia” per la regia di Carlo Buccirosso e le musiche di Sal Da Vinci; a maggio sarà invece, la volta di Valentina Stella con il Musical “Nannì”. Da quest’anno, per tutti gli abbonati sarà attivo anche ad un servizio di baby parking a cura dell’agenzia di animazione PAF.

info e prenotazioni: 081 362 9579

leggi tutto
Eventi

Megaride, un week end ricco di eventi

18485405_1802152589811722_2408999487533573639_n

Le mille luci di New York nelle meraviglie di Palazzo Zevallos

Sabato 21 Ottobre – ore 17.00

La mostra “​Le mille luci di New York​”, ​curata da Luca Beatrice, intende rileggere gli anni Ottanta partendo dai suoi principali protagonisti attraverso due chiavi di lettura: la pittura​ e New York​.

Nell’esposizione viene sottolineato in particolare il legame con Napoli con i soggiorni di Andy Warhol​ e Keith​ Haring​ in relazione alle esperienze promosse dal gallerista Lucio Amelio e al lavoro del pittore napoletano Francesco​ Clemente​.

La visita, tuttavia, partirà dalla storia di questo straordinario palazzo, sorto durante il viceregno spagnolo, snodandosi lungo la storia della collezione ricchissima di opere di artisti tra i più importanti, quali Francesco Solimena, Luca Giordano, Artemisia Gentileschi, Domenico Morelli, Vincenzo Gemito.

Accoglienza: Ore 17.00 presso Ingresso Palazzo Zevallos per dare inizio all’attività culturale alle ore 17.30

Termine attività culturale: ore 19.15-19.30 circa

Costo riservato a Soci Megaride, in possesso della Fidelity Card: € 7

Costo riservato a Soci Megaride senza Fidelity Card: € 9

Entrambi i costi includono visita guidata e servizio whisper

Biglietto di ingresso Palazzo Zevallos: € 5

Come da regolamento della Galleria di Palazzo Zevallos, in presenza di un gruppo di quindici partecipanti, il costo del biglietto di ingresso sarà di  € 3

Numero massimo partecipanti: 25

Prenotazioni: www.megarideart.commegarideart@gmail.com – 3481149647

 Tra Arte e Colori al Museo Correale di Sorrento

Domenica 22 Ottobre – ore 10.00

Una mattina al Museo Correale per immergersi nel gusto di una casa-museo ma anche per vivere i colori di una magica Sorrento.

La visita al Museo Correale è una visita che abbraccia archeologia, pittura e arti decorative.

Attraverso la splendida collezione, infatti, si partirà dalle radici di Sorrento con i rinvenimenti archeologici, passando per la collezione pittorica, fino ad arrivare a quella che è l’eccellenza della tarsia lignea sorrentina ammirando straordinari  mobili e scrigni intarsiati con legni rari ed esotici, autentico testimonianza di un tipico artigianato locale, che, soprattutto nell’Ottocento, raggiunse notevoli livelli di virtuosismo tecnico.

Il Correale, però, emerge, inoltre, per i preziosi arredi che un tempo adornavano la dimora della nobile famiglia: stipi impiallacciati di ebano o di tartaruga, pregevoli prodotti di ebanisteria napoletana del XVII secolo; cassettoni settecenteschi, arricchiti con incastonature di bronzo dorato e ripiani in commessi marmorei; preziosi mobili a cineserie di manifattura inglese del primo quarto del Settecento, ed ancora orologi francesi, tedeschi e svizzeri con montature in bronzo dorato ed intarsi in madreperla e pietre dure; vetri di Murano; cristalli di Boemia, tessuti, maioliche e porcellane.

Ed infine, uno straordinario parco dalle cui aiuole emergono, disseminate qua e la, antiche colonne, frammenti di statue togate in marmo e resti di antichi elementi architettonici. Ed inoltrandosi verso il lungo viale di possenti platani si giunge alla Terrazza Belvedere da dove irrompe d’improvviso il mare e l’irripetibile e splendido scenario del Golfo di Napoli.

​Accoglienza: ore 10.00 presso ingresso Museo Correale, via Correale, 50

Inizio attività culturale: ore 10.30

Termine attività: ore 12.30-12.45 circa

Costo Soci Megaride, in possesso di Fidelity Card, € 7

Costo Soci Megaride, non in possesso di Fidelity Card, € 9

Entrambi i costi sono comprensivi di visita guidata e servizio whisper

​A detti costi, si aggiunge costo biglietto ingresso: € 8

Prenotazioni: www.megarideart.commegarideart@gmail.com – 3481149647

leggi tutto
Eventi

I corti della formica, XII edizione

7 cartelli ADELAIDE OLIANO
Direzione artistica Gianmarco Cesario
 
prima serata
MARTEDÌ 17 OTTOBRE
ORE 21,00
 
TRAM
 
Prende il via la XII edizione della rassegna di corti teatrali ideata e diretta da Gianmarco Cesario, giunta alla sua XII edizione. Una giuria formata da sei studenti delle ultime classi di tre scuole media superiori (Vittorio Emanuele, Genovesi e Casanova) sceglierà i vincitori che saranno premiati la sera di lunedì 30 ottobre. Si parte con un corto sul blocco della creatività artistica, ed un monologo in siciliano che ripercorre la vita di una donna. Due modi diversi per raccontare i dissidi interiori e non solo degli uomini, due personalissime variazioni sul tema di quest’edizione: Guerra e Pace.
 
DIETRO LA CASA
di Sharon Amato
con Anna Bocchino, Clara Bocchino, Gianluca Cangiano, Emanuele D’Errico, Claudia Scura
assistente alla regia Sharon Amato  musiche Mario Autore  progetto visivo Mario Autore, Federica Pirone, Filippo Stasi
regia Mario Autore

SINOSSI  – Dietro la casa è un frammento della storia di un uomo, un Pittore che ha perso la vista ed è attaccato al suo passato, alla sua casa, che per non riesce a ricordare con serenità, fino a quando un giorno, i suoi pennelli immaginari si oppongono alla sua volontà di dipingere un quadro nero e lo aiuteranno a scavare in quella memoria. Il Pittore, preso il coraggio di andare a fondo e restare più a lungo possibile in quei neri ricordi, si ritroverà davanti alla realtà che aveva rimosso. La sua casa, immersa nella natura della ValBassa, capiamo essere stata distrutta dai roghi tossici e dalla costruzione edilizia invasiva per mano di due goffissimi uomini portatori dell’orrido e della distruzione in nome dell’arricchimento spietato. I due goffi sono CapaBassa e BassaCapa, l’uno presidente dell’imprenditoria, l’altro presidente dell’economia. Questi due orrendi soggetti altro non sono che la personificazione, prodotta dalla stessa fantasia del Pittore, delle cause che hanno distrutto la sua casa e hanno reso insopportabile il suo passato. Sarà proprio l’attraversamento di questo ricordo, il coraggioso esplorare ci che c’è dietro il nero che abita il cuore del pittore, a rivelargli l’unica via di liberazione.

7 CARTELLI
di Massimo Rosa
con Adelaide Oliano
disegno luci Massimo Rosa/Libero De Martino
 regia e scena Massimo Rosa/Adelaide Oliano

SINOSSI  – “A dodici anni, c’avia i capiddi neri neri intrecciati, le mani sempre fredde, un fermaglio giallo a mantenere e una paura fottuta del fuoco che nessuno si spiegava. Il pomeriggio, quando non ero presa dalle cose mie, facevo sempre una passeggiata lunga così, tanto per vedere tutte cose. E una volta, che fece pioggia all’improvviso da un sole mortale, tornai a casa prima e … …” E tutto quello che succede è commedia vera, un susseguirsi di gioie e dolori che Flora racconta fiera, senza nascondersi dietro l’opportunità di essere sola, senza nessuno che possa contraddirla e punto … punto finale

NOTE DI REGIA  – A cinquant’anni, Flora racconta la sua vita, ne accetta da subito il risultato finale e masticando un cioccolatino dopo l’altro per ricordarsi di essere stata una bambina, si diverte e pare aver capito solo qualche giorno fa di essere stata usata dal destino. La violenza nelle case, le donne usate, il contesto sociale, i colori della gioia, i rumori dell’amore, il ritmo e la poesia. E poi ancora: i rimpianti, le cose serie, il giudizio della gente, le stravaganze, il futuro negato e l’omicidio … Flora racconta, sfiora tutto senza mettere bene a fuoco, semplicemente, “ogni cosa che incontra”. In fondo, quando tutto è definito, ci si comincia ad applicare troppo, si mette a nudo la semplicità della conquista e dove non ci sono orrori ma solo divertenti ammanchi, cominciamo a far nascere imperfezioni, cattivi odori e ci dimentichiamo quanto sono essenziali le generose sviste.

Costo del biglietto €12,00

leggi tutto
Eventi

I corti della Formica, XII edizione al Tram

JUORNO

Direzione artistica di Gianmarco Cesario

Da martedì 17 a domenica 22 ottobre a Napoli

 

Nel novembre 2005 nasce La Corte della Formica,il primo festival di corti teatrali ideato e realizzato a Napoli, prodotto da “Teatro a Vapore” .

Dopo dieci edizioni, una pausa, e una ripresa parziale, ritorna, ora, con una nuova egida, Aries Teatro ed eventi, ed un nuovo (in parte) nome: I Corti della Formica. Nuovo anche lo spazio che la ospita, il TRAM, luogo ideale per far nascere ed incontrare quel teatro artigianale, che forse rappresenta l’ultima possibilità che ci resta per far vivere un’arte fagocitata dall’industrializzazione e dalle leggi di un mercato che l’hanno completamente snaturato.

La novità più grande, però, di questa dodicesima edizione, riguarda la composizione della giuria: sei studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori, selezionati grazie alla collaborazione con il M° Luigi Filamore, su suggerimento dei loro insegnanti, vedranno, commenteranno e giudicheranno, coadiuvati da un giornalista o da un esperto di teatro che farà loro da tutor, i dodici corti in gara, e sceglieranno i vincitori dei premi per il miglior corto, miglior testo, miglior regia, miglior attore e miglior attrice.

Questi i nomi dei giovani giurati e le scuole di appartenenza: Elisa Apreda (ISIS Casanova), Michele Boccia (Liceo Classico Vittorio Emanuele), Salvatore Cerella (Liceo Classico Vittorio Emanuele), Greta Esposito (Liceo Classico Genovesi), Emanuela Pennino (ISIS Casanova) Valeria Maria Varriale (Liceo Scienze Umane Genovesi).

 Altri premi saranno attribuiti dalla direzione artistica del TRAM (allo spettacolo più innovativo), dal direttore artistico del Positano Teatro Festival, Gerardo D’Andrea che sceglierà uno o più corti da promuovere in una serata speciale del festival e dalla giuria popolare costituita dai possessori della FormiCard, che permette l’accesso a tutte e sei le serate.

Il tema che abbiamo voluto proporre agli autori che partecipano quest’anno è quanto mai, purtroppo, d’attualità. Guerra e Pace. Ancora una volta, però, ci troviamo a declinare la traccia in una serie di accezioni che ci riportano a spaziare nei contenuti e negli stili, trovandoci di fronte a dodici mini-spettacoli che ci offrono, per venti minuti ognuno, la possibilità di riflettere, emozionarci, conoscerci, amare e divertirci, come solo il teatro sa fare.

Quest’anno, partner della manifestazione è la MEDIAMORPHOSYS, una nuova azienda operante nella distribuzione via Internet di contenuti di intrattenimento.

 A capo è molto di più: fa della diffusione dello spettacolo e della cultura il proprio core. Spettacolo, quindi, ma anche interviste, concerti, speciali di approfondimento ed esclusive, documentari, serie e progetti editoriali. “Ho sempre letto il quotidiano Alla rovescia: dalle pagine culturali alla cronaca” – commenta Antonio Gargiulo l’ideatore del progetto – “ ed ho sempre avuto la necessità di dare e avere attorno a me più spazio per quelle tematiche, di cui l’Italia è maestra ed esportatrice”.

 L’idea, continua Gargiulo, non è stata quella di rendere multimediale la cultura-già lo è senza fatica interne. La scommessa e nel far permeare il mondo dello spettacolo e delle tradizioni artistiche nell’universo newmediale.   

 Ne VEDRETE delle belle, alcune bellissime, molte sicuramente uniche!

 TRAM, via Port’Alba 30  – NAPOLI

leggi tutto
Eventi

Alan De Luca e Lino D’Angiò con i “Laiv Garibaldi”

linoe alan2

Grande evento al Centro Commerciale Conad di Somma Vesuviana, sul palco anche le modelle della Fashion Model e due campioni regionali di ballo

 Domenica 15 ottobre 20,30 a Somma Vesuviana

 

Somma Vesuviana (NA) – Si terrà domenica 15 ottobre, alle ore 20,30 al Centro Commerciale Conad di Somma Vesuviana (via Allocca, 2), un evento completamente gratuito dedicato a tutti i sommesi e non.

Si tratta di una serata fatta di moda, danza e comicità ideata ed organizzata dalla testata giornalistica nazionale “Cultura A Colori” in collaborazione con Radio Onda Music.

Il progetto vedrà l’esibizione di due campioni regionali di ballo, sommesi doc, conosciuti in tutto il mondo: Federica e Carmine Allocca, due giovanissimi ballerini, iscritti alla FIDS (Federazione Italiana Danza Sportiva), che a novembre parteciperanno ad una gara mondiale a Malta. Nel corso della serata  ci sarà anche un momento di moda con una sfilata a cura dell’agenzia Fashion Models di Pina Fiorucci, con l’assegnazione del titolo “Miss Conad 2017”.

Per finire, sul palcoscenico si esibiranno i “Laiv Garibaldi”, composti da Alan De Luca e Lino D’Angiò. Le due star della tv, che tante risate hanno regalato al pubblico campano, tornano insieme per allietare gli animi dei presenti con uno spettacolo straordinario e imperdibile, fatto di sketch e tanto divertimento!

Nella galleria del supermercato, inoltre, sarà allestito un mercatino di artigianato con libri, gioielli, borse, vestiti e oggetti di home decor.

Lo scopo è far conoscere l’artigianato locale. È prevista anche la consegna di tre regali per i clienti in platea.

leggi tutto
Eventi

Nuova Orchestra Scarlatti, al via i Concerti d’Autunno

Nuova Orchestra Scarlatti foto Archivio

Orchestra con la “direttrice”  più giovane d’Italia

  Musiche di Puccini, Haydn e Mozart

  Venerdì 20 ottobre  ore 20:3o, Basilica di San Giovanni Maggiore 

 

Chi ancora afferma che la musica classica non sia cosa da ragazze è destinato a ricredersi: il ciclo dei Concerti d’Autunno della Nuova Orchestra Scarlatti si apre difatti con due giovani musiciste di indiscusso talento. La Nuova Scarlatti sarà infatti diretta per l’occasione da Beatrice Venezi.

Lucchese, classe ’90, è il direttore d’orchestra donna più giovane d’Italia già in carriera internazionale.

Sotto la sua direzione, la Nuova Orchestra Scarlatti spazierà tra Puccini e Mozart, e includerà il Concerto n. 2 in re maggiore per violoncello e orchestra di Franz Joseph Haydn.

Ed è proprio al violoncello che ci sarà l’altra giovanissima protagonista della serata, la 18enne Raffaella Cardaropoli. Campana di Bracigliano (Salerno), Raffaella ha studiato in Italia e in Svizzera e vanta già svariati premi in concorsi nazionali e internazionali. Ora debutta da solista con la Nuova Scarlatti dopo essersi esibita a Londra e New York.

La performance

Il concerto si terrà venerdì 20 ottobre 2017 a partire dalle 20:30 nella suggestiva cornice della Basilica di San Giovanni Maggiore Pignatelli (nel centro storico di Napoli).

“Ci apprestiamo ad affrontare questo nuovo ciclo di concerti con grandissimo entusiasmo – afferma il maestro Gaetano Russo, fondatore e direttore artistico della Nuova Orchestra Scarlatti – e siamo fieri di aver organizzato un primo appuntamento di buona musica.

Anche la scelta del primo concerto d’autunno non è casuale: serve infatti a ribadire l’attenzione che la Nuova Orchestra Scarlatti pone sul territorio (napoletano, campano e del sud Italia) e sulla diffusione della cultura musicale, intesa come avvicinamento dei giovani al mondo della musica, che sarà parte integrante delle attività programmate 2017-18.

E lo facciamo con due giovani talenti che sono ben più di una promessa, ma già una realtà”.

  Il profilo: Beatrice Venezi

Diplomata in piano nel 2010 al Conservatorio di Siena, Beatrice Venezi con il suo 110/110 e lode in direzione d’orchestra al Conservatorio di Milano nel 2015 è diventata la più giovane direttore d’orchestra italiana, ad appena 25 anni.

Nonostante la giovane età, il suo curriculum è già di notevole spessore: ha già guidato l’Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano, la Nuova Orchestra Scarlatti, l’Orchestra della Magna Grecia, il Dèdalo Ensemble, l’Orchestra da Camera Fiorentina, l’Orchestra Filarmonica di Lucca, l’Orchestra Filarmonica Campana, l’Orchestra Sinfonica Alma, l’Orchestra Filarmonica di Benevento, l’Orchestra Foundation Bulgaria Classic, l’Orchestra e il coro del Teatro Bolshoij di Minsk.

Attualmente è assistente direttore dell’Orchestra di Stato giovanile armena.

Donna di indiscusso fascino e carisma, Beatrice ha vinto il “Premio Donna 8 Marzo – La Musica per la Vita” di ASSAMI, il premio “Michelangelo Cupisti” per giovani artisti e, soprattutto, è stata scelta da Audi come testimonial del progetto Innovative Thinking in quanto “testimonial di innovazione” che “non perde il valore della tradizione”.

I CONCERTI D’AUTUNNO 2017. Quello del 20 ottobre è il primo appuntamento dei Concerti d’Autunno 2017 della Nuova Orchestra Scarlatti. Dopo una settimana, il 27 ottobre, seguirà l’appuntamento nella chiesa dei SS. Marcellino e Festo con l’Orchestra Scarlatti Young, diretta per l’occasione da Marco Attura e avrà come solista il violino di Erik Buchberger, 18enne proveniente dalla Scarlatti Junior.

Seguiranno appuntamenti ricchi di spunti e contaminazioni non convenzionali: il 17 novembre sempre alla chiesa dei SS. Marcellino e Festo Soldaten, un progetto che vede i solisti della Nuova Orchestra Scarlatti affiancata da Enzo Salomone in un percorso drammaturgico-musicale che ripercorre l’Europa durante la Grande Guerra; una settimana dopo stessa location ma concerto teatrale, Giaguara Suite, per “piccola orchestra e voce” di Federico Odling con brani di autori come Fo e Soldati.

Chiude il ciclo di concerti l’appuntamento dell’8 dicembre 2017 al Museo Diocesano di Napoli con ScarlattinJazz, con il classico di Scarlatti che incontra il jazz di Duke Ellington in uno spettacolo diretto da Bruno Persico.

INFORMAZIONI E PREVENDITA

CONCERTI D’AUTUNNO 2017

venerdì 20 ottobre     PUCCINI/HAYDN/MOZART   Basilica San Giovanni Maggiore, ore 20.30
venerdì 27 ottobre     FAURÉ/MOZART/DVOŘÁK  Chiesa dei SS. Marcellino e Festo, ore 20.30
venerdì 17 novembre SOLDATEN   Chiesa dei SS. Marcellino e Festo, ore 20.30
venerdì 24 novembre GIAGUARA SUITE  Chiesa dei SS. Marcellino e Festo, ore 20.30
venerdì 8 dicembre    SCARLATTInJAZZ  Museo Diocesano Napoli, ore 20.30

Set 5 concerti: € 40
prenotazione a info@nuovaorchestrascarlatti.it

Biglietto concerti San Giovanni Maggiore e Museo Diocesano: € 14
Biglietto concerti San Marcellino: € 12

prevendita
on line su www.azzurroservice.net
punti vendita TicketOnLine

vendita
presso le sedi dei concerti da un’ora prima dell’inizio

Prezzi riservati ai soci Ami Scarlatti:
San Giovanni Maggiore e Museo Diocesano € 12 –  San Marcellino € 10
(acquistabili on line su www.azzurroservice.net o presso le sedi dei concerti)

Info: 081 410175 – 320 7031182 –  info@nuovaorchestrascarlatti.it

la NOS sui social: flickr / facebook / twitter

Per condividere le nostre iniziative puoi aderire ad Ami Scarlatti

leggi tutto
Eventi

“Un Principe in frac”: spettacolo teatrale ispirato alla vita di Totò

foto di costantino pilò

Uno spettacolo teatrale scritto e diretto da Aldo Manfredi

Protagonista dello spettacolo Yari Gugliucci

Martedì 10 ottobre ore 21:00 al Teatro Troisi

Spettacolo patrocinato dal Comune di Napoli e dall’Assessorato ai Giovani, Creatività, Innovazione.

 “Un Principe in frac”, spettacolo teatrale liberamente ispirato alla vita di Antonio De Curtis in arte Totò debutta a Napoli, martedì 10 ottobre ore 21:00 al Teatro Troisi di Fuorigrotta.

Una commedia scritta e diretta da Aldo Manfredi, esperto di napoletanità e allievo della Scuola del Cinema di Napoli.

Lo spettacolo

La pièce ripercorre la storia di Antonio De Curtis dalla gioventù fino a pochi anni prima della sua morte, con citazioni, interpretazioni legate alla sua carriera e con gli incontri più importanti della sua vita, da Peppino De Filippo a Liliana Castagnola, da Franca Faldini a Mario Castellani, suo fidato amico.

Ad interpretare Antonio De Curtis sarà Yari Gugliucci, attore salernitano di spessore internazionale, recentemente protagonista al cinema nei film “Noi eravamo” di Leonardo Tiberi e “Mister felicità di Alessandro Siani nonché al fianco del grande Woody Allen durante i suoi show dal vivo a New York.

Per me è un onore interpretare Antonio De Curtisha dichiarato GugliucciHo accettato la sfida proprio perché si parla della persona, non del personaggio. Totò è inimitabile. Antonio era un uomo sensibile e generoso ma come tutti gli uomini – nel suo privato – ha anche sofferto”.

L’attore Protagonista

Attore di teatro e cinema, esordisce nel 1996 con il film “Isotta” di Maurizio Fiume. Vanta collaborazioni con grandi registi come Lina Wertmuller e i fratelli Taviani e grandi attori come Michelle Pfeiffer e Kevin Kline.

Recentemente viene diretto dal grande Woody Allen nel monologo d’apertura dei concerti dello stesso Allen e della Eddy Davis New Orleans band al Carlyle Hotel.

È autore del romanzo Billy Sacramento.

La compagnia teatrale

Oltre a Yari Gugliucci la compagnia è composta da Giuseppe Abramo, Francesca Romana Bergamo, Giulia Carpaneto e Gianluca D’Agostino, e in aggiunta agli attori ci saranno due giovani ballerini, Emilio Caruso e Doriana Barbato, coordinati dal noto coreografo Roberto D’Urso, già primo ballerino dello show di Massimo Ranieri.

I costumi sono di Roberto Conforti, la scenografia di Gianluca Franzese e la colonna sonora è di Luca Napolitano.

Lo spettacolo è prodotto dalla Alfiere productions di Daniele Urciuolo che ha dichiarato:

Abbiamo messo in piedi uno spettacolo di qualità con molta umiltà e rispetto nei confronti del mito che è il principe Antonio De Curtis.

Sono emozionato per il debutto napoletano visto che lo spettacolo è già stato presentato con successo al Festival internazionale di Edimburgo, a Cava de Tirreni e a S. Egidio del Monte Albino, dove l’attore Yari Gugliucci ha ricevuto vari special awards per il suo indiscusso talento.

Ringrazio il regista Aldo Manfredi per il suo grande impegno e mi auguro una piacevole accoglienza qui a Napoli.

Il 12 novembre saremo al Teatro Orione di Roma“.

Lo spettacolo è patrocinato dal Comune di Napoli e dall’Assessorato ai Giovani, Creatività, Innovazione del Comune di Napoli ed è sponsorizzato da ISAIA, Antica Distilleria Petrone, Food & Co Distribuzione.

Quando: Martedì 10 ottobre ore 21:00

Dove: Teatro Troisi (via G. Leopardi 192 – Napoli, zona Fuorigrotta)

Per info e prenotazioni:

Contattare la produzione al numero 327 88 14 485

Contattare la biglietteria del Teatro Troisi – Napoli al numero 081 629 908

Consultare il sito internet EventBrite – “Un Principe in frac”

leggi tutto
Eventi

Cantico dei cantici a Sala Ichòs

Fortebraccio Teatro, IL CANTICO DEI CANTICI 14 ©Angelo Maggio

Giovedì 12 e venerdì 13 ottobre a Napoli

 

Prima di dare il via ufficialmente sabato 28 ottobre alla stagione teatrale 2017/2018, Sala Ichos (via Principe di Sannicandro – San Giovanni a Teduccio, Na) riparte con un fuori programma d’eccezione.

Il 12 e 13 ottobre, alle ore 21, Fortebraccio Teatro presenta Cantico dei cantici, adattato, diretto e interpretato da Roberto Latini, con il sostegno di Armunia Festival Costa degli Etruschi ed il contributo di MiBACT e Regione Emilia-Romagna.

Dopo Primavera dei Teatri 2017 e la XX edizione del Festival Inequilibrio, Latini ha scelto lo spazio di San Giovanni a Teduccio per rappresentare in anteprima in Campania il suo nuovo spettacolo.

Note di regia

Il Cantico dei Cantici è uno dei testi più antichi di tutte le letterature.

Pervaso di dolcezza e accudimento, di profumi e immaginazioni, è uno dei più importanti, forse uno dei più misteriosi; un inno alla bellezza, insieme timida e reclamante,  un  bolero  tra  ascolto  e  relazione,  astrazioni  e  concretezza,  un balsamo per corpo e spirito.

Se lo si legge senza riferimenti religiosi e interpretativi, smettendo possibili altre chiavi di lettura, rinunciando a parallelismi, quasi incoscientemente, se lo si dice senza pretesa di cercare altri significati, se si prova a non far caso a chi è che parla, ma solo a quel che dice, senza badare a quale sia la divisione dei capitoli, le parti, se si prova a stare nel suo movimento interno, nella sua sospensione, può apparirci all’improvviso, col suo profumo, come in una dimensione onirica, non di sogno, ma di quel mondo, forse parallelo, forse precedente, dove i sogni e le parole ci scelgono e accompagnano.

Non ho tradotto alla lettera le parole, sebbene abbia cercato di rimanervi il più fedele possibile.

Ho  tradotto  alla  lettera  la  sensazione,  il  sentimento,  che  mi  ha  da  sempre procurato leggere queste pagine. Ho cercato di assecondarne il tempo, tempo del respiro, della voce e le sue temperature.

Ho cercato di non trattenere le parole, per poterle dire, di andarle poi a cercare in giro per il corpo, di averle lì nei pressi, addosso, intorno; ho provato a camminarci accanto, a prendergli la mano, ho chiuso gli occhi e, senza peso, a dormirci insieme.

“vi prego, non svegliate il mio amore che dorme”

Roberto Latini

 

Sala Ichòs

Via Principe di Sannicandro 32/A – San Giovanni a Teduccio (NA)

Fermata metro linea 2: San Giovanni a Teduccio – Barra

Lo spazio è dotato di ampio e gratuito parcheggio

Info e prenotazioni: 335 765 2524 – 335 7675 152 – 081275945 (dal lunedì al sabato dalle 16 alle 20 – domenica dalle 10 alle 17)

Giorni e Orari: 12 e 13 ottobre, ore 21

Mediapartner della stagione 2017/2018 di Sala Ichòs: il giornale web dedicato al teatro “QuartaParete” e il sito d’informazione “Il Mezzogiorno.info”

 

Fortebraccio Teatro

Cantico dei cantici

 

adattamento e regia

Roberto Latini

 

musiche e suoni

Gianluca Misiti

 

luci e tecnica

Max Mugnai

 

con

Roberto Latini

 

organizzazione

Nicole Arbelli

produzione

Fortebraccio Teatro

 

con il sostegno di

Armunia Festival Costa degli Etruschi

con il contributo di

MiBACT

Regione Emilia-Romagna

leggi tutto
Eventi

“Nuovi Scenari” la rassegna del Nuovo Teatro Sancarluccio

22195306_1984840365062282_5345440169755334640_n

La rassegna avrà inizi il giorno 6 ottobre 2017 alle ore 21:00

Quest’anno il Nuovo Teatro Sancarluccio apre le porte a “Nuovi Scenari” rassegna dedicata a quelle Compagnie non inserite nei circuiti professionali che operano su tutto il territorio nazionale ed internazionale.

Cinque le Compagnie selezionate: Gli Ignoti, La Coperta Zazzà, Pipariello, Il Sipario, I Mastacanà che saranno valutate da una giuria di esperti composta da: Bruno Tabacchini (autore teatrale), Daniela Cenciotti (attrice), Marco Mario De Notaris (regista/attore) Giuseppe Giorgio (critico teatrale del quotidiano Roma).

Nella serata di premiazione che avrà luogo, alla fine della rassegna, a ciascuna Compagnia verrà consegnato un attestato di partecipazione.

Alla Compagnia prima classificata sarà assegnato il premio “Nuovi Scenari” con diritto ad una replica dello spettacolo in giorno e data da concordare senza alcuna spesa per il fitto sala del Teatro Sancarluccio.

Lo spazio

Il Sancarluccio è lo storico teatro di via San Pasquale a Chiaia dove hanno debuttato i mostri della comicità italiana e napoletana come Roberto Benigni e La Smorfia di Arena Troisi Decaro, e dove sono nati artisticamente Martone, Servillo, Mastelloni e tanti altri importanti rappresentanti dell’avanguardia partenopea.

Oggi il NuovoTeatroSancarluccio torna ad essere fucina di talenti e casa di artisti affermati, con un prestigioso cartellone improntato sul teatro comico d’autore e tante iniziative collaterali, sotto la direzione artistica de I Virtuosi di San Martino.

Dal 6 all’8 ottobre 2017

Compagnia Gli Ignoti in

Variazioni enigmatiche

 

Dal 13 al 15 ottobre 2017

Compagnia La Coperta di Zazzà in

Alla corte d’’o rre piccerillo

 

26 ottobre 2017

Compagnia Pipariello in

Fatemi capire

 

Dal 27 al 29 ottobre 2017

Compagnia il Sipario in

Cornuti e contenti

 

Dal 22 al 25 febbraio 2018

Compagnia I Mastacanà in

I figli di San Gennaro

leggi tutto