chiudi

Eventi

Eventi

Marina Ripa di Meana e Antonio Monda a Positano per “Mare, Sole e Cultura”

Terrazza hotel le agavi

Martedì 18 luglio a Positano 

 

Martedì 18 luglio appuntamento con la rassegna letteraria “Positano Mare, Sole e Cultura” sulla terrazza dell’Hotel Le Agavi a Positano (via G. Marconi, 127) alle ore 21 con Marina Ripa di Meana, autrice di “Colazione al Grand Hotel” (Mondadori) e Antonio Monda, direttore artistico del Festival del Cinema di Roma e autore de “L’evidenza delle cose non viste” (Mondadori) che indagheranno l’amore e i suoi universi delineando il ritratto di un’epoca irripetibile e di un ambiente tra mondanità e cultura.

«Verso la metà degli anni Settanta mi sistemai per alcuni mesi al Grand Hotel. Fu un periodo come fuori dal tempo. Non avevo una lira in tasca, ma vivevo come una miliardaria, viziata e coccolata. Per alleviare quella specie di clausura di lusso invitavo spesso a colazione due amici, Alberto Moravia e Goffredo Parise.

Erano i miei dioscuri, i miei cavalieri del cielo, Castore e Polluce, miei complici di avventure, miei paladini e più tardi anche miei testimoni di nozze.» Marina Ripa di Meana scrive una nuova, inedita puntata della sua vita raccontando l’amicizia con due grandi della nostra letteratura, Alberto Moravia e Goffredo Parise.

Un’amicizia lunga trent’anni, in cui l’insolito terzetto si frequentava quotidianamente nei luoghi canonici della dolce vita romana, come il Grand Hotel e il bar Rosati a piazza del Popolo, e si scambiava pettegolezzi, racconti e confidenze. Ne emerge il ritratto di un’epoca irripetibile e di un ambiente, tra mondanità e cultura.

Un’epoca irripetibile come quella raccontata da Antonio Monda che con “L’evidenza delle cose non viste” aggiunge un tassello al suo grande progetto di raccontare New York in dieci romanzi, assumendo l’inattesa prospettiva di una donna innamorata, costretta a vivere, nell’invisibilità e in solitudine, una passione più forte della vita. È il 1986.

A New York il benessere non è più un sogno ma una realtà alla portata di tutti, e Audrey è appena arrivata in città dall’Olanda, dopo un breve periodo passato a Chicago. È giovane, affascinante, e ha la distinta sensazione di trovarsi nel cuore del mondo. L’eccitazione dell’arrivo a Manhattan diventa incontenibile quando Audrey trova lavoro presso lo studio legale Barron: Warren, il titolare, è il più importante avvocato di New York, e tra i suoi clienti ci sono i finanzieri, i politici e le star più in vista d’America e di ogni parte del mondo.

È un uomo di grande successo, rispettato, invidiato, per la vita professionale e per la solidità del rapporto con la moglie Beth, elegante e bellissima: un matrimonio talmente saldo da essere definito, da tutti, “la casa sulla roccia”. Eppure tra Audrey e Warren qualcosa succede.

Finché un giorno Warren invita Audrey a seguirlo a Las Vegas, per chiudere un affare e assistere al match di pugilato tra il campione in carica e Mike Tyson, un giovane pugile tanto brutale da sembrare imbattibile. Dopo l’incontro, passano la loro prima notte insieme. Una notte che segna l’inizio di una relazione clandestina, tanto impossibile quanto irrinunciabile.

leggi tutto
Eventi

Enzo Avitabile in concerto al Social World Film Festival

Enzo Avitabile

Omaggio a “Indivisibili” di Edoardo de Angelis

Appuntamento domenica 23 luglio a Vico Equense per il gala di apertura

 

Due David di Donatello, due Nastri d’Argento, un Globo d’oro, un Ciak d’oro. Sono solo alcuni dei riconoscimenti che Enzo Avitabile ha ottenuto in questo 2017 per aver curato la colonna sonora del film “Indivisibili” di Edoardo de Angelis.

Il compositore e cantautore sarà il primo ospite della giornata d’apertura della settima edizione Social World Film Festival, domenica 23 luglio, per una serata evento dedicata alla pellicola del regista casertano che verrà proiettata alle 20.30 in piazza Mercato – Arena Loren.

Per l’occasione Avitabile si esibirà nel concerto “Acoustic World”, una carrellata in chiave acustica gli ultimi 12 anni della sua produzione discografica, proponendo brani tratti da tutti i suoi progetti dal 2003 ad oggi.

 

Sul palco lo accompagneranno Gianluigi Di Fenza alla chitarra ed Emidio Ausiello alle percussioni.

Al termine dell’esibizione verrà consegnato ad Avitabile il premio Golden Spike Award.

Un nome caro a Giuseppe Alessio Nuzzo, direttore della Mostra Internazionale del Cinema Sociale, con il quale ha già collaborato prestando voce e volto nei canti di denuncia del documentario “Primitivamente”, viaggio nel presente e nel passato di Acerra, città in provincia di Napoli, per raccontare e superare le etichette di “terra dei fuochi” e “triangolo della morte”, con la voce narrante di Giancarlo Giannini.

Il festival, che proseguirà poi fino a domenica 30 luglio, vedrà avvicendarsi sul palco Claudia Cardinale, Laura Morante, Cristina Donadio e tanti altri.

leggi tutto
Eventi

“Positano gourmet” all’hotel Le Agavi di Positano

Piatto gourmet

Cena a 4 mani con gli chef Luigi Tramontano e Fabrizio Albini

 Venerdì 21 luglio ore 20.30

 

Primo appuntamento con la rassegna “Positano Gourmet” venerdì 21 luglio al ristorante “La Serra” dell’Hotel Le Agavi di Positano (via G. Marconi, 169 – www.leagavi.it – 089 81 19 80). Una cena a 4 mani firmata dallo chef resident Luigi Tramontano e Fabrizio Albini, ospite per una sera dell’albergo 5 stelle, per celebrare la cucina mediterranea.

 

Un tripudio di colori e sapori accompagnati da calici di vino.

 

Il ristorante

 

Aperto dal 1982 con un terrazzo da cui è possibile ammirare tutta la splendida baia, il ristorante “La Serra” è stato completamente rivisitato quest’anno dallo scenografo Gennaro Amendola. La sala è dominata da cupole decorate con foglie dorate e pavimento in maiolica azzurra.

 

I tavoli per l’esterno, particolarissimi, sono stati realizzati a mano su disegno, che si è ispirato a differenti tipologie di marmo, le tappezzerie ed il tovagliato sono realizzati ad hoc, sempre su disegno. Propone piatti tipici e specialità nazionali ed internazionali a pranzo, gourmet solo la sera.

 

La cantina, curata da Nicoletta Gargiulo, con annessa champagneria guarda il mare e gode di una vista eccezionale.

 

Gli chef

 

Luigi Tramontano, chef originario della Campania formatosi all’Etoile Academy, ha collaborato con alcuni dei più apprezzati alberghi e ristoranti italiani, tra cui il De Russie di Roma ed il Grand Hotel Quisisana di Capri, ma anche il “Don Alfonso 1890”, 2 stelle Michelin di Sant’Agata sui due Golfi, che lo ha consacrato come uno dei massimi interpreti della cucina mediterranea. Grazie al suo tocco di Re Mida “Il Flauto di Pan” a Villa Cimbrone (Ravello) ha ottenuto la stella Michelin, e la “Terrazza Bosquet” del Grand Hotel Excelsior Vittoria di Sorrento – dove ha lavorato come Executive Chef – è stata inserita nella Guida Michelin. Da quest’tanno è alla guida delle cucine dell’albergo Le Agavi, che domina l’intera baia di Positano.

 

Classe 1976, figlio di un ferroviere, Fabrizio Albini ha ereditato dal padre la vocazione per i viaggi e il desiderio di conoscere il mondo, anche attraverso la cucina e i sapori. Giovanissimo, è stato notato da Vittorio Fusari, Chef di fama, suo primo mentore e maestro, che ha saputo indirizzarlo verso gli obiettivi più alti. È stata una lunga gavetta quella di Albini, già finalista del concorso Bocuse d’Or, che ha moltiplicato le esperienze all’estero, in un ristorante a Tel Aviv e in Francia – sua seconda casa d’elezione. Un percorso costellato di incontri determinanti, come quello con Marco Dallafina, grande amico e compagno di avventure, Gualtiero Marchesi, che lo ha voluto come Sous Chef da Henri Chenot, e Giorgio Armani, che lo ha “arruolato” per cucinare per gli ospiti del suo yacht. Negli ultimi anni è stato Executive Chef al ristorante La Colombara del Relais Franciacorta, poi al Cappuccini Resort di Cologne, nel bresciano, ed alla guida del ristorante “La Stube” del Hotel Cristallo di Cortina d’Ampezzo. Di recente è cominciata la sua nuova grande avventura come executive chef del ristorante The Stage – Replay a Milano. Un’esperienza che lo porta a confrontarsi con una città in grande fermento e sviluppo, anche e soprattutto dal punto di vista gastronomico

La cena

 

Aperitivo

  • Ricciola affumicata con spugna di pan brioche salato al profumo di cannella, salsa di yogurt e aneto
  • Bloodymari (Chef Fabrizio Albini)
  • Krapfen al parmigiano e noci (Chef Fabrizio Albini)
  • Panzerotto di pasta cresciuta ricotta basilico e datterino giallo

 

Menù

  • Il mare 2.0 (Finta cozza al nero di seppia, frutti di mare, percebes, astice, caviale di colatura di alici, spugna al placton, salicornia ed emulsione di ostriche)
  • Ravioli di mandorle e limone, triglia e capperi (Chef Fabrizio Albini)
  • Costina di maialino all’olio evo, alloro, fiore di zucca e Franciacorta (Chef Fabrizio Albini)

 

Dolce

  • In riva al mare (Ciottoli con mousse al cocco e mango, alghe con spugna al pistacchio, sabbia con crumble alla nocciola e il mare blu con infuso di curaçao)

 

Il costo della cena, che avrà inizio alle ore 20.30 ha un costo di euro 100,00 per persona.

Posti limitati.  Prenotazione obbligatoria.

Informazioni e prenotazioni: telefono: 089811890 | email: laserra@agavi.it |WhatsApp: 3317232960 (segnando nome, cognome ed e-mail)

leggi tutto
Eventi

Giffoni Street Fest: Il festival nel festival

The One and Only Funk Marchin’ Band _Funk Off foto ok

Dal 14 al 22 luglio a Giffoni (Sa)

 

Dal 14 al 22 luglio, la città di Giffoni Valle Piana sarà invasa di artisti. Il Giffoni Street Fest introduce il pubblico alla ‘magia’ della 47esima edizione del Giffoni Film Festival.

Un catalizzatore di eventi, giunto al quinto anno consecutivo, dà vita a un festival nel festival ancora più “Diffuso e Condiviso”, come da filosofia di Giffoni.

10 location sparse per la cittadina picentina, oltre 50 compagnie provenienti da Italia, Spagna, Francia, Inghilterra, Ucraina, un cartellone composto da oltre 200 spettacoli tra teatro, narrazioni, giocolerie, clown, bolle di sapone, marionette, acrobazie circensi e due spettacolari serate dedicate alla festa dei colori indiana: è il ricco programma del Festival diffuso pronto a dilagare nelle piazze, nelle strade, nei vicoli e nei parchi di Giffoni Valle Piana.

Tanti artisti di strada: i ParolaBianca inaugurano lo Street Fest e, per tutti i palati, la novità della Pizza Comedy di Raoul Gomiero e l’eclettico mago-comico Mr Dudi. Tra gli ospiti internazionali gli acconciatori artistici spagnoli Osadia, con la loro performance unica di hairdressing art, i Guixot De 8, che propongono giochi di abilità realizzati in materiale riciclato, e gli ucraini Dekru si avvicenderanno nelle piazze e tra le strade della città, che si trasformeranno per magia in veri e propri palchi.

Attento al territorio campano, il Giffoni Street Fest ospita il Bus Theater e il suo innovativo teatro su quattro ruote e due piani e l’arte di strada di Morks e la Baracca dei Buffoni. Non mancano gli spettacoli vincitori di premi: l’incanto di Zoè, il principio della vita della compagnia Piccolo Nuovo Teatro, l’epica di Paladini di Francia. Spada avete voi! Spada avete io dei Cantieri Teatrali Koreja e la suggestione di Luce della Compagnia dei Folli.

Il Giffoni Street Fest è musica con i ritmi del sud de Le Fucarìa, le coreografie dei BadaBimBumBand, i tamburi dei PegaOnda, il gospel di Rita Ciccarelli & Flowin’Gospel e le marching band Girlesque, The Fantomatik Orchestra, Sonora JuniorSax e Funk Off, band ufficiale dell’Umbria Jazz. Il teatro nella sua forma più pura con i burattini del Maestro Giò Ferraiolo, ‘in scena’ ogni giorno in Largo De Rossi, e in quella più alternativa con Wanted, esempio unico di teatro ‘verticale’.

Tanto spazio all’interazione con i giochi realizzati a mano da Manuel Pucci, per il Ludobus Legnogiocando, e i laboratori dedicati al riciclo (L’arte del riciclo), alla terracotta (Mani in pasta), al face-painting (Weronique Art), all’approccio agli animali (Di te mi fido) e alla magia (Un due tre tocchi di Magia e Magic Labs). Ancora, la creatività degli artisti delle caricature (Sergio Eco) e della poesia (Silvestro Sentiero) e le mostre, Nella magia dell’Arte, all’interno dell’Antica Ramiera, e le installazioni luminose nel Parco Pinocchio (Magiche alchimie).

Non manca l’arte circense e acrobatica con Kalinka, della Compagnia Nando e Maila, gli Joculares, il nouveau cirque di Milo & Olivia, Simone Romanò (Hip Hop), gli Omphaloz, Mr Bang e il Clown Bergamotto. Nuovo allestimento per lo spettacolo poetico e sarcastico Il carro dei folli, del giullare contemporaneo Matthias Martelli, che ha avuto dallo stesso Dario Fo l’autorizzazione a portare in scena il suo capolavoro, Mistero Buffo.

Giochi tematici e feste sempre diverse, dall’Enigmistica, con gigantesche piattaforme per giocare a scarabeo e cimentarsi nel cruciverba, al Big Twister, in scala, per un divertimento formato maxi!

Ad ospitare il Giffoni Street Fest, tutta la città: Piazza Scarpone, Umberto I, il Giardino degli Aranci, Largo De Rossi, Parco Pinocchio e Hollywood e, ovviamente, la Cittadella sono solo alcune delle location scelte, senza contare i tanti spettacoli itineranti.

Un vero e proprio cartellone per tutti i gusti, che premia la creatività del singolo e la voglia di stare insieme creando, riciclando, trasformando e guardando al prossimo, alla vita e all’arte, con lo stupore necessario: quello di un bambino.

 

Per ulteriori informazioni sul Giffoni Street Fest e per consultare il programma completo:

Sito > http://www.giffonifilmfestival.it/en/programme-gff-2017/street-fest.html

Facebook > https://www.facebook.com/events/1876984469292221/

Instagram > https://www.instagram.com/giffoni_streetfest/

leggi tutto
Eventi

Torre Turbolo 2017: teatro in penisola sorrentina

nunzia schiano

Presentazione, lunedì 7 agosto ore 21 a Massa Lubrense

 

Lunedì 7 agosto 2017 sul Sagrato dell’Antica Cattedrale di Massa Lubrense, nel largo che porta il nome del Vescovado, sarà presentata la rassegna di spettacoli “Torre Turbolo suoni e scene 2017” promossa dall’ Amministrazione Comunale, assessorati Turismo e Cultura, e affidata per la organizzazione alla Suoni e Scene con la direzione artistica di Bruno Tabacchini.

La serata, ad ingresso libero, vedrà la partecipazione di Biagio Izzo e Mario Maglione, eccezionalmente insieme per inaugurare la stagione di spettacoli estivi che si terranno successivamente sulla incantevole terrazza panoramica dell’Annunziata davanti alla Villa che fu dimora di Gioacchino Murat.

La kermesse a Largo Murat si aprirà, giovedì 10 agosto (ore 21:00) con Gea Martire che porterà in scena lo spettacolo di Manlio Santanelli “Per disgrazia ricevuta” cui seguirà, venerdì 11 agosto(ore21:00), il concerto “Senza paura”con Brunella Selo e SesèMamà, ovvero Brunella Selo, Annalisa Madonna, Fabiana Martone e Elisabetta Serio.

Sabato 12 agosto (ore 21:00) sarà invece la volta di Lello Giulivo, Gennaro Monti e Gius Gargiulo che porteranno in scena “Il governatore di Capri e il marchese della Lobra”, scritto e diretto da Gius Gargiulo mentre, domenica 13 agosto (ore 21:00), Nunzia Schiano e Myriam Lattanzio saranno le protagoniste dello spettacolo “Fèmmene”, testi di Myriam Lattanzio tratti da “Nostra signora dei Friarielli” di Anna Mazza, per la regia di Niko Mucci.

Dopo una breve pausa si riparte con Giovanni e Matteo Mauriello, mercoledì 16 agosto (ore21:00), con lo spettacolo di Paola Ossorio per la regia di Bruno Buonincontri con le musiche di Germano Mazzocchetti dal titolo “Pulcinella e compagnia bella” seguito, giovedì 17 agosto(ore 21:00), da “Favole del Mare” di e con Massimo Andrei e la partecipazione di Eduarda Iscaro e Christian Moschettino; venerdì 18 agosto (ore21:00) per arricchire questo variegato cartellone estivo si terrà il concerto di Nino Buonocore. Chiuderà la rassegna, domenica 20 agosto (ore 21:00) “Frida Kahlo”, con Titti Nuzzolese e Peppe Romano, scritto e diretto da Mirko Di Martino.
Ogni spettacolo in cartellone sarà preceduto da un suggestivo “aperitivo al tramonto” offerto dal ristorante La Torre “One Fire” di Massa Lubrense.

Il costo del biglietto intero è di € 15,00; sono previste riduzioni per gli under 18, gli over 65 e gli ospiti delle strutture ricettive insistenti sul territorio; sarà possibile abbonarsi ai primi 4 spettacoli (compresi nel periodo dal 10 al 13 agosto) ed ai secondi 4 spettacoli (compresi nel periodo dal 16 al 20 agosto) al costo di € 50,00; inoltre sarà possibile abbonarsi all’intera rassegna al costo è di € 85,00.
Nei giorni di spettacolo funzionerà il parcheggio gratuito comunale e sarà disposto un servizio navetta che dal parcheggio accompagnerà gli spettatori presso Largo Murat sede della manifestazione.

 

Per info, prenotazioni e acquisti:
Suoni&Scene tel. 081.5441872 / 081.5448891 / 3341623732
botteghino online: www.suoniescene.it
facebook: Torre Turbolo suoni e scene 2017
prenotazioni WhatsApp: 3468085164

 

 

leggi tutto
Eventi

Rosanna Lambertucci a “Positano Mare, Sole e Cultura”

13 luglio

Giovedì 13 luglio ore 21 a Positano (Sa)

Giovedì 13 luglio appuntamento con la rassegna letteraria “Positano Mare, Sole e Cultura” sulla terrazza dell’Hotel Le Agavi a Positano (via G. Marconi, 127) alle ore 21 con Rosanna Lambertucci, autrice de “La dieta per vivere 100 anni” (Mondadori) Paolo Crepet, autore de “Il coraggio” (Anteprima – Mondadori) e Gianluca Mech che indagheranno gli “Universi del benessere”.
Vivere a lungo non è sufficiente, ma soprattutto è importante vivere bene e in salute, attivando un circolo virtuoso capace di generare un atteggiamento positivo nei confronti dell’esistenza.
Perché anche la salute dell’anima può fare la differenza in un percorso verso l’eterna giovinezza.
La vita media si sta notevolmente allungando. Alcuni esperti ipotizzano, addirittura, che l’aspettativa di vita dell’uomo possa arrivare a 110-120 anni. Ma chi ci credeva fino a qualche tempo fa?
Oggi è una realtà: abbiamo degli ultracentenari che hanno dimostrato che questo è possibilespiega Rosanna Lambertucci – Lo confesso: non dico che voglio diventare proprio un’ultracentenaria, ma di arrivare a cent’anni me lo auguro, e voglio mettercela tutta per farlo!
leggi tutto
Eventi

Semi in scena al TEATROallaDERIVA

Semi1

SEMI (peccato, non esiste più l’amore platonico) di e con Michele Brasilio, Marina Cioppa

Domenica 16 Luglio ore 21:30 a Bacoli

 

Ugo e Claudia, conviventi, alla vigilia di una cena con amici. Preciso e metodico lui, uterina e perspicace lei. Woody Allen come nume tutelare, tra battute fulminanti e spiazzamenti imprevisti per una storia dolceamara in cui si sorride molto malgrado il perenne disaccordo tra i due. La coppia resisterà o si sfascerà? In maniera cinica e non smielata, lo spettatore è libero di sperare e trovare nel finale una soluzione altra.

Domenica 16 Luglio alle 21:30 alle Terme-Stufe di Nerone (Bacoli-NA) si conclude la VI edizione della rassegna TEATROallaDERIVA (il teatro sulla zattera), ideata da Ernesto Colutta e Giovanni Meola, che ne cura la direzione artistica per il quinto anno.

Come già negli anni scorsi, anche i primi tre appuntamenti del cartellone 2017 sono stati premiati da una folta presenza di un pubblico sempre più affezionato alla qualità delle proposte spettacolari e alla suggestione della location.

Come quarta e ultima proposta, la compagnia Vulie Teatro presenta ‘Semi (peccato, non esiste più l’amore platonico)’, scritto, diretto ed interpretato da Michele Brasilio e Marina Cioppa, anime della compagnia casertana. Questa la presentazione del direttore artistico: “In chiusura, un debutto campano assoluto, Semi, seconda prova di una giovane compagnia che punta tutto sui ritmi serratissimi di una battaglia dialogica alla Woody Allen, ma senza minimamente scopiazzarlo, con tante risate, spesso amare, e considerazioni assortite sulla vita di coppia, prima, durante e dopo la sua esistenza.

TEATROallaDERIVA, manifestazione unica in Italia, è divenuta appuntamento fisso delle estati flegree. La sua unicità risiede nel fatto che gli spettacoli vengono rappresentati su di una zattera galleggiante sull’acqua, costruita appositamente e posizionata all’interno del laghetto circolare delle Terme-Stufe di Nerone.

Terme Stufe di Nerone (via Stufe di Nerone n. 37, Bacoli – NA)

giorni e orari: 16 luglio – ore 21:30

info e prenotazioni | infoteatroalladeriva@gmail.com – 081 868 8006

www.tsdn.it/teatroalladeriva

http://www.virusproduzioni.it

biglietto | 10 euro

leggi tutto
Eventi

Sarajevo Supermarket presenta: Impara L’arte e…usala!

19758150_1412146275497942_1050522224_n

Il primo spazio di arte contemporanea al Rione Sanità ha avviato una campagna di crowdfunding per continuare ad esistere

 

Sarajevo Supermarket è un’operazione artistica mutante, che deve le sue trasformazioni all’apporto di quanti di volta in volta vi entrano in contatto. Sue caratteristiche sono l’attenzione alla multimedialità e all’interdisciplinarità, l’interesse per le realtà locali in cui opera, l’inclinazione alle contaminazioni tanto sul piano disciplinare che su quello dei rapporti umani.

Sarajevo supermarket non è un semplice contenitore artistico e culturale. In esso la grammatica dell’arte contemporanea si incontra e si confronta con la ricerca filosofica. Le intersecazioni e le interferenze di opere, interlocutori e discipline differenti mettono in atto un permanent work in progress. sarajevo supermarket produce realtà, spazi, situazioni.

Sarajevo supermarket è nato nel 1995 come logo con il quale promuovere produzioni creative marginali e artisti indipendenti, emergenti e irregolari.

Le drammatiche immagini del conflitto in atto nell’ex Jugoslavia in quegli anni indussero a optare per un nome che accentuasse il contrasto tra la città di Sarajevo, teatro di guerra e di disagio, e il supermaket in quanto luogo per eccellenza della società delle merci e dei consumi.

Con la scelta di tale denominazione si volle rendere chiara sin dalle premesse l’intenzione di declinare l’intervento artistico in direzione di un impegno sociale attivo. Nel corso degli anni sarajevo supermarket ha organizzato numerosi eventi finalizzati alla valorizzazione e allo sviluppo di tutte le arti, ha praticato le artiterapie con sofferenti psichici, ha educato alla creatività bambini e giovani drop-out.

Dal 22 dicembre 2016 sarajevo supermarket è ripartito con una nuova sede nel suggestivo e vitale Rione Sanità. Per raggiungerla bisogna attraversare un reticolo di strade e stradine, giungere in un vicolo non accessibile alle auto e infine salire delle scale strette, situate accanto a una delle tante edicole votive caratteristiche della tradizione partenopea. L’ampia terrazza all’ingresso della porta offre uno scorcio della cupola maiolicata del “Monacone”.

Da lì si entra in uno spazio sinuoso e sorprendente, situato a ridosso di anfratti e arcate di tufo che costituiscono le fondamenta del Complesso monumentale dei Cinesi.

 

Sarajevo Supermarket è il primo spazio di arte contemporanea nel Rione Sanità che  attualmente sta attraversando una straordinaria rinascita culturale, sociale ed economica. Portando l’arte contemporanea e la filosofia nel cuore di questo rione, sarajevo supermarket sta dando il suo contributo attivo al processo di cambiamento in corso.

Vogliamo continuare a risiedere nella Sanità e a operare per il miglioramento di un territorio che amiamo e che crediamo debba ritornare a essere nuovamente protagonista positivo della città di Napoli.

Purtroppo, nelle attuali condizioni sarajevo supermarket non è più in grado di mantenere la sua sede. Rischia a breve di chiudere definitivamente i battenti. E’ partita già da qualche giorno la campagna di crowdfunding sulla piattaforma Produzioni dal Basso.

 

Link del progetto : https://www.produzionidalbasso.com/project/impara-l-arte-e-usala-sarajevo-supermarket/

Link Pagina Facebook: https://www.facebook.com/sarajevo-supermarket-153827961357884/

leggi tutto
Eventi

Cinque giovani designer dell’Accademia di Belle Arti di Napoli sfilano ad Altaroma

altaroma

 

In occasione della prossima Edizione di ALTAROMA, domenica 9 luglio 2017alle ore 14.00, presso la sala 1 del Guido Reni District gli studenti del Corso di Fashion Design dell’Accademia di Belle Arti di Napoli presentano ABIT-Anti, il progetto che conclude il percorso didattico affrontato dagli allievi durante l’anno accademico 2016/2017.

Il progetto si articola sui concept di Emanuela Alfieri, Giuseppe Simeoli, Maria Nocerino, Ma Shuo, Soraya Caserta. Abiti che lavorano sul concetto di identità, delle molteplici e mutevoli, per meglio dire, identità che l’essere può assumere e variare nel qui e ora.

Abiti che perdono la mera funzione di involucro, sovrastruttura, per accogliere e interpretare la mutevolezza del corpo e dell’animo, per costruire forme e significati che accompagnano e seguono le variegate sfaccettature di chi li indossa e su questo costruiscono la loro forma, acquistano significato e, infine, significano. Abito pensato e pensante, non più veste ma estensione di un corpo mutevole, espressione tangibile di un concettualità che si dispiega al continuo evolversi del pensiero.

Cinque collezioni uomo e donna, che mirano quasi a perdere l’idea stessa di gender per vestire piuttosto l’essere pensante che lo indosserà e accompagnarne il percorso.

Dalla leggerezza ottenuta tramite sottrazione di Khifa – Lightness di Emanuela Alfieri, sinonimo di libertà di movimento e liberalizzazione del pensiero, ai monoliti di Bewilderness, collezione di Giuseppe Simeoli che ristabilisce nuove proporzioni tra i volumi come libera espressione creativa, agli esercizi sulla geometria delle collezioni Geometric Shapes di Maria Nocerino, Holma di Ma Shuo e Wooden di Soraya Caserta, dove l’abito diventa assemblaggio di forme che, letteralmente, mutano apparenza e significato, moltiplicando i propri, in un continuo gioco di costruzione e de-costruzione.

leggi tutto
Eventi

Smith e Wesson all’Orto Botanico

foto

Dal 8 luglio alle 21:00 al 10 luglio alle 21:00

Un testo teatrale geniale, fulminante, divertente e commovente. Una storia di sfide, sogni impossibili, coraggio e rimpianto.

Wesson è un pescatore di persone che si buttano nelle cascate del Niagara e annegano. Smith è un meteorologo che vuole raccogliere i dati meteo degli ultimi 77 anni per poter fare previsioni.

Rachel è una giovane giornalista che vuole trovare il modo di diventare famosa.

L’idea c’è, ha solo bisogno che qualcuno la aiuti a realizzarla.

Smith & Wesson, due perdenti truffatori che si riscattano in una giovane giornalista e nella forza dei suoi sogni.Talvolta i sogni camminano sulle gambe degli altri, e anche se si infrangono nelle rapide di una cascata, scavano un solco profondo nei cuori di chi li ha condivisi, per rimettere in sesto la vita.

Smith e Wesson
di Alessandro Baricco

con Paolo Cresta, Antonello Cossia, Marianita Carfora.
regia Paolo Cresta

leggi tutto