chiudi

Napoli

Napoli

Giornalisti, tavolo con la Regione Campania su Uffici stampa e legge sull’editoria

foto

Il segretario del Sindacato unitario giornalisti della Campania, Claudio Silvestri, con il delegato del Sugc per gli uffici stampa Paolo Animato, ha incontrato l’assessore regionale al Lavoro, Sonia Palmeri.

Diverse le questioni poste sul tavolo.

Dall’organizzazione dell’Ufficio stampa della giunta regionale all’applicazione del Contratto di lavoro giornalistico per i colleghi che lavorano nella pubblica amministrazione, fino ad una legge regionale per l’editoria per dare slancio ad un settore che sta vivendo una crisi fortissima, una legge che possa agevolare i lavoratori autonomi, che rappresentano attualmente la maggioranza dei colleghi.

Tutti questi temi saranno oggetto di un tavolo specifico che sarà convocato entro il mese di settembre.

Apprezziamo l’apertura dell’assessore su temi che in questo territorio non sono mai stati affrontati concretamenteafferma il segretario del SugcÈ necessario che anche la Campania, come hanno già fatto opportunamente altre regioni, affronti il problema dei giornalisti che lavorano all’interno dell’Ente, e, più in generale, del mercato locale dell’editoria”.

 Sindacato Unitario Giornalisti Campania

 

leggi tutto
Napoli

“Mobile: da fonte di informazione a console di comando”

FotoComunicato

Genesis Mobile conferma di essere protagonista di una trasformazione in corso

Comincia così lo speech di Vincenzo De Simone, ceo Genesis Mobile, intervenuto per raccontare come le forme di intelligenza artificiale affianchino gli artigiani nel mobile.

Iniziativa importante quella dell’Associazione Stampa Romana, che ha ospitato lunedì 3 luglio, nella sua sede di Roma, relatori di caratura nazionale moderati da Michele Mezza, docente universitario e creatore del canale All news della Rai e introdotti da Lazzaro Pappagallo, segretario dell’associazione organizzatrice.

Come vive la stampa questo momento di quotidiana evoluzione? Come ci si può districare nel mare delle fake news generate dall’immediatezza delle informazioni?

Il giornalista come artigiano nella rivoluzione digitale, appunto, ma come fare?

Ognuno degli ospiti ha sottolineato un aspetto diverso della questione, sotto la guida dell’Associazione dei giornalisti della Capitale e del FNSI, quotidianamente impegnati a garantire agli addetti ai lavori strumenti per non essere fagocitati dall’evoluzione digitale.

È emerso dunque un volto nuovo del giornalista, sempre più condizionato, in qualità di singolo redattore e più ampliamente come “struttura redazionale”, dal cambiamento in corso.

Così va dritto al punto De Simone, parlando dell’importanza di un assistente virtuale, al servizio sì di chi usufruisce dell’informazione, ma inaspettatamente di chi deve reperirla.

Una possibile soluzione per contrastare l’inevitabile crisi del giornalismo tradizionale, che non ne demonizzi le radici, ma al contrario le “converta”.

Solo così possiamo guardare il giornalista come un artigiano moderno, alla guida proprio di una console di controllo, volendo riutilizzare la metafora del Ceo Genesis.

All’evento sono intervenuti:
Giulio Giorello, filosofo ed epistemologo;
Pietro Greco, giornalista scientifico e divulgatore;
Toni Muzi Falconi, Key4biz e docente universitario;
Vincenzo De Simone, ceo Genesis mobile;
Claudio Giua, ex direttore generale di Kataweb;
Luigi Carletti, fondatore Typimedia;
Massimo Sebastiani, responsabile ansa.it;
Giuseppe Smorto, vicedirettore di Repubblica.

leggi tutto
Napoli

Palmieri, Scampia: gli otto ascensori finalmente funzionano

IMG_20170621_182132

 

Il consigliere comunale, Domenico Palmieri, annuncia che le otto ascensori fuori uso dei nuovi alloggi popolari destinati alle sessantaquattro famiglie delle Vele di Scampia saranno messe in funzionamento.

La denuncia è stata effettuata dalla Ottava Municipalità, due settimane fa, insieme al presidente del parlamentino di Scampia, Apostolo Paipais che sottolineava il grave disagio delle famiglie residenti.

Sono stato informato – sostiene il consigliere Domenico Palmieri – per vie brevi, che finalmente queste famiglie potranno ottenere un diritto sacrosanto che fin’ora era stato negato. I collaudi e le verifiche sono state effettuate. Gli elevatori funzionano. La situazione di disagio riguardava tutti i destinatari degli alloggi, in particolare, alcuni anziani ed altri cittadini portatori di disabilità.

Da oggi in poi, non sarà più così”.

Fonte: Comunicato Stampa
leggi tutto
Napoli

Campania, Palmeri: Regione e parti sociali uniti su Crescita, sviluppo e occupazione

palmeri_2

 

Stamattina a Torre del Greco inizia il congresso straordinario della CGIL per l’elezione del Segretario Regionale Confederale Campania e l’uscita dal commissariamento.

Davanti ad una folta platea ed alla presenza al tavolo di Susanna Camusso e delle Segreterie di CISL e UIL abbiamo affrontato i temi comuni e i segnali di ripresa che si intravedono.

Il confronto con tutte le categorie è quotidiano-afferma l’Assessore– e siamo certi che la nuova stagione delle relazioni sindacali inaugurata da tempo ed approdata alla firma del Protocollo d’Intesa del 30 marzo tra la Giunta De Luca e le OO.SS. sviluppi analisi, strategie e programmazione di ulteriori interventi indispensabili per il rilancio della nostra terra.

La desertificazione industriale-continua- ha mietuto troppe vittime e quelli che furono i lavoratori di quelle aree oggi formano bacini di crisi di migliaia di lavoratori a cui sono scaduti anche gli ammortizzatori.

Il nostro Piano lavoro punta a misure di formazione e riqualificazione, ricollocazione, sviluppo dell’autoimprenditorialità e ci ha permesso di registrare segnali importanti di inversione di tendenza.

Ancora tanto da fare, con la massima concentrazione, l’impegno ed il coraggio che contraddistingue questa Giunta.

L’obiettivo è chiaro: la realizzazione di un mercato equo, efficiente ed inclusivo.”-conclude poi l’assessore.

leggi tutto
Napoli

Fair Play…Noi di Secondigliano, detenuti contro i Clan

18268302_10213041514420413_7824828014266054907_n

Sul terreno di gioco: “Libertà, dono più bello e va preservato”

«Ragazzi, non sbagliate come abbiamo fatto noi. La libertà è il dono più bello e come tale va preservato. Studiate e diventerete cittadini onesti e uomini migliori». Carlo, Salvatore, Gennaro, Collins e i loro compagni sono alcuni dei detenuti del carcere di Secondigliano che hanno lanciato un messaggio di riscatto e legalità agli alunni dell’istituto secondario di I grado “Sauro-Errico-Pascoli”.

Seduti a semicerchio sul terreno di gioco del campo sportivo Andrea Capasso di via Limitone d’Arzano i reclusi hanno raccontato agli studenti la loro esperienza da ex delinquenti al soldo della criminalità organizzata. E trasformare quel messaggio di non violenza in gioco di squadra e rispetto per il prossimo è stato il senso del quadrangolare che ha visto protagonisti in veste di calciatori per un giorno gli stessi carcerati.

L’evento, dal titolo “Fair Play…Noi di Secondigliano, è stato anticipato da un dibattito-confronto in cui i detenuti hanno reso pubbliche le loro storie passate e hanno lanciato ai ragazzi il loro monito contro la camorra e la violenza in genere. Dopo di che si è svolto il mini torneo che, per la prima volta, ha visto Secondigliano aprire le sue porte al mondo carcerario allo scopo di creare un “ponte” tra i giovani e chi, quel quartiere, lo vive solo attraverso le sbarre di una prigione. A patrocinare il progetto la VII Municipalità che, come spiega il presidente Maurizio Moschetti, «è un territorio difficile, dove la camorra trova terreno fertile tra i le nuove generazioni soprattutto per l’alto tasso di disoccupazione.

Ecco perché lo scopo di questa iniziativa è di diffondere, attraverso la testimonianza di chi ha sbagliato, un modello di legalità per favorire l’integrazione e l’inclusione sociale». La manifestazione, ideata dall’associazione Sguardo Sociale e dalla E-vent, è stata sostenuta dal direttore del carcere di Secondigliano Liberato Guerriero in collaborazione con la cooperativa “Mare Dentro”, le associazioni “Larsec”, “Secondigliano Futura”, “Aristide per la Famiglia”, il Centro Sportivo Andrea Capasso, i Cavalieri Templari, la parrocchia dei Santi Cosma e Damiano, i Missionari dei Sacri Cuori.

Il quadrangolare ha visto affrontarsi per la conquista della I edizione del “Trofeo Fair-play – E-vent cup” le squadre di detenuti, polizia penitenziaria, parrocchia dei Santi Cosma e Damiano e rappresentativa del quartiere riunita sotto le bandiere di “Vivi Secondigliano”. Nel corso del torneo anche l’esibizione del campione del mondo di aeromodellismo Luca Pescante. Nel pomeriggio infine una fiaccolata che si è snodata tra le vie del quartiere fino a raggiungere l’ingresso del carcere dove si è concluso il percorso.

La partenza del corteo è stata preceduta dalla santa messa e dal concerto gospel del coro Polifonico Maranathà diretto da padre Geppo Tranchini.

leggi tutto
Napoli

Nasce Napoli Mensile, nuovo periodico d’informazione

17862821_186628091853582_706686888641580461_n

 

È nato “Napoli Mensile“, periodico che sarà distribuito gratuitamente a Napoli ad inizio di ogni mese e che lunedì 8 maggio sarà dato in omaggio ai lettori del “Roma” nelle edicole di Napoli.

Il giornale si caratterizza perché l’unico che fa un focus e approfondimenti da tutte e dieci le Municipalità della città di Napoli e si pone come giornale libero e apolitico: la sua unica politica è quella di raccontare Napoli valorizzandone le sue peculiarità e allo stesso tempo di sconfiggere i pregiudizi sulla nostra città.

Il direttore è Alessandro Migliaccio, un grande tifoso di Napoli e del Napoli, giornalista di inchiesta, nato giornalisticamente nel quotidiano “Roma”, poi redattore a “Napolipiù”, “Il Napoli-E Polis” e da 15 anni autore de “Le Iene” di Italia Uno, nonché autore di tre libri di inchiesta sulla città di Napoli su denunce di sprechi di denaro pubblico, corruzione ed ingiustizie varie.

Nel 2010 fu picchiato dall’allora capo dei vigili urbani di Napoli per un articolo scomodo ed ottenne un risarcimento che ha devoluto all’ospedale pediatrico “Santobono”.

“Fondare “Napoli mensile” – spiega Alessandro  Migliacciomi serve per mettere in contatto i cittadini e le istituzioni attraverso le rubriche di dialogo con il sindaco ed i presidenti di Municipalità e fornire ai napoletani uno strumento di verità e giustizia“.

Nel giornale sono presenti interventi di Enrico Durazzo, Angelo Forgione, Maurizio De Giovanni e Stella Cervasio.

leggi tutto
Napoli

Conferenza presentazione: “Un Mare di Opportunità”

FotoDV

Giovedì 04 maggio, ore 11.30-Sala Giunta – Palazzo San Giacomo

Giovedì 04 maggio 2017, a partire dalle ore 11.30 presso la Sala Giunta di Palazzo San Giacomo, ci sarà la conferenza stampa di presentazione di “Un Mare di Opportunità” la rassegna organizzata dall’Assessora alla Qualità della Vita e alle Pari Opportunità, del Comune di Napoli, con delega al mare, Daniela Villani.

L’iniziativa è un’anticipazione del “Mese del Mare” previsto a ottobre, e un corollario alla bellezza e all’importanza delle iniziative per Maggio: per tutto il periodo, a napoletani e turisti sarà gratuitamente offerta la possibilità di scoprire  le attività dei circoli nautici, delle associazioni, e delle  federazioni sportive che organizzeranno degli open day nelle proprie sedi, oltre ad un ricco calendario di eventi che vedranno il mare quale protagonista indiscusso della rassegna.

“Un mare di Opportunità”, attraverso l’offerta di attività sportive, artistiche, ludiche, di danza, musica e tanto altro ancora, mira a promuovere la riscoperta e valorizzazione delle antiche radici marinare e della nostra lunga ed onorata tradizione di sport acquatici, per godere della bellezza di scorci e paesaggi mozzafiato, magari mentre ci si dedica al proprio sport o hobby preferito, e perché no, scoprendone di nuovi. “La rassegna è finalizzata a rafforzare un potenziale ancora inespresso dato dalla blue economy. Con “Un Mare di Opportunità” desideriamo immaginare con maggiore positività il futuro di Napoli e soprattutto per rimirare e apprezzare la città dalla sua migliore prospettiva, quella costiera” ha dichiarato l’Assessora Villani.

Per ogni ulteriore informazione si rimanda alla pagina dedicata sul sito web del comune di Napoli: www.comune.napoli.it.

 

 

Info Point:

 

Assessorato alla Qualità della Vita e alle Pari Opportunità
Comune di Napoli

Palazzo S. Giacomo – piazza Municipio

Tel: 081-7954242/4267/4262

E-mail: assessorato.qualitavita@comune.napoli.it

assessorato.pariopportunita@comune.napoli.it

leggi tutto
CampaniaCittà MetropolitanaNapoli

Minacce ai gestori dei beni confiscati, interrogazione al Ministro dell’Interno

LAMBERTRI FONDO 800

Salvatore Piccolo (Pd): “Il governo intervenga per proteggere le attività sociali”

Arriva in Parlamento il caso dei raid intimidatori ai danni del Fondo rustico Amato Lamberti, di Chiaiano, confiscato ai clan e affidato al lavoro sociale di una cooperativa. Una interrogazione al Ministro dell’Interno è stata presentata dal deputato del Pd, Salvatore Piccolo, componente della commissione Antimafia. A sottoscrivere l’interrogazione anche altri due parlamentari napoletani dell’Antimafia, Luisa Bossa e Massimiliamo Manfredi, e i deputati del Pd, Carloni e Sgambati.
“Chiediamo al Governo – spiega l’on. Salvatore Piccolodi assumere iniziative per proteggere e tutelare dalle intimidazioni e da fatti delittuosi di chiara connotazione camorristica, le attività sociali che la cooperativa affidataria svolge sul bene confiscato, per testimoniare ancor più l’impegno e la fermezza dello Stato nel contrasto all’illegalità e al crimine organizzato”.
Il Fondo rustico Amato Lamberti di Chiaiano (circa 14 ettari di terreno) è un bene confiscato al clan Simeoli e affidato in gestione alla cooperativa “Resistenza”. Qui sono realizzate molteplici iniziative di carattere sociale. Più volte, i volontari hanno dovuto subire intimidazioni, minacce, attacchi. Lo scorso due aprile si è registrato l’ultimo, grave episodio: una porzione notevole del podere è stata data alle fiamme mentre il titolare della cooperativa, è stato avvicinato da due persone in scooter che gli hanno gridato “ve ne dovete andare”.
“Gli attacchi ai soggetti che provano a far rivivere i beni confiscati – dice ancora il deputato Salvatore Piccolo – sono cronaca quotidiana in tutta la provincia di Napoli, segno che i clan soffrono non poco la determinazione e la ferma volontà dello Stato di recuperare un bene frutto del crimine e della violenza camorristica per restituirlo ai cittadini. Questi episodi non fermano, naturalmente, le realtà associative ma diffondono paura, disorientamento e disagio, a cui lo Stato deve opporre una reazione adeguata”.

leggi tutto
ASSEriMEDIAmOCampaniaCittà MetropolitanaEventiNapoli

CASALNUOVO, SUCCESSO PER LA PRIMA CAMPANA DE “IL SINDACO PESCATORE”

BANNER ASSEMEDIANO

Il sottosegretario Migliore: “Supportiamo gli amministratori locali, vincere la sfida contro le mafie è possibile”.

Grande successo per la prima campana dello spettacolo teatrale “Il Sindaco Pescatore”, l’evento organizzato dall’associazione Magic Event in collaborazione con la fondazione Angelo Vassallo ed il patrocinio del Comune di Casalnuovo di Napoli per ricordare la figura di Angelo Vassallo, sindaco di Pollica assassinato nel 2010. Prima dello spettacolo, interpretato da Ettore Bassi, il palco del teatro Magic Vision ha ospitato un dibattito incentrato sulla legalità al quale hanno preso parte il vescovo di Acerra Monsignor Antonio di Donna, il sottosegretario alla Giustizia Gennaro Migliore, il presidente della fondazione Dario Vassallo, il sindaco di Casalnuovo Massimo Pelliccia, la consigliera Metropolitana Katia Iorio ed il presidente di Anci Campania Domenico Tuccillo. – (GUARDA IL VIDEO)

“In serate come queste – ha dichiarato il sottosegretario Miglioresi restituisce alle comunità l’orgoglio di appartenere a quella parte sana delle città. Questa parte di cittadinanza non si lascia intimorire e si unisce al lavoro quotidiano dei suoi amministratori e rappresentanti istituzionali, delle forze dell’ordine. Dobbiamo essere consapevoli che è possibile non solo vincere la sfida contro le mafie, ma che noi come generazione dobbiamo sancirne la fine”. Durante il dibattito il sottosegretario Migliore si è inoltre soffermato sulla proposta di modifica di legge presentata da alcuni parlamentari che prevede l’inasprimento delle pene per chi minaccia sindaci ed assessori.

Il Presidente dell’ANCI Campania e sindaco di Afragola Domenico Tuccillo ha sottolineato tra l’altro: “… la cosa che piace di più di Vassallo e quella che era una persona non eroe, un sindaco normale, un sindaco che si preoccupava di amministrare bene, con amore e dedizione la propria comunità, la propria città”. Noi abbiamo bisogno di quell’ esempio e di quella normalità per ricostruire la convivenza civile all’interno delle nostre comunità”.

Sull’argomento si è espresso anche il primo cittadino Pelliccia: “Noi amministratori siamo rappresentiamo l’unico front office per i cittadini, ci viene chiesto di fornire delle risposte anche per tematiche che competono agli organi sovracomunali e non hanno i giusti poteri per affrontare delle criticità complesse. I dati parlano chiaro – ha aggiunto il sindaco – solo nello scorso anno sono stati 180 i sindaci e gli amministratori locali che hanno denunciato minacce e violenze subite. Nei primi tre mesi del 2017 siamo già a 15 denunce registrate. Noi siamo in prima fila sempre, seguendo l’esempio di uomini come Angelo Vassallo che hanno pagato a caro prezzo il conto delle loro battaglia, ma abbiamo bisogno di essere sostenuti e tutelati durante lo svolgimento delle nostre funzioni”.
“La Chiesa, insieme alle istituzioni ed alle amministrazioni comunali – ha dichiarato il vescovo Di Donna è molto presente sui nostri territori. Alla parola giustizia serve abbinare anche il concetto di giustizia, che appartiene al patrimonio dottrinale della chiesa cattolica. Dobbiamo agire tutelando i cittadini mettendo in campo di azioni giuste e di supporto dedicate ai giovani ed alle famiglie”.

Numerosi i sindaci dell’area metropolitana, i consiglieri regionali ed i parlamentari che hanno preso parte alla prima campana dello spettacolo: “Siamo molto soddisfatti della riuscita dell’evento – ha aggiunto a margine dell’evento la consigliera Ioriola presenza in sala dei sindaci e di numerosi esponenti politici si unisce tutti sotto il tema della buona politica e della lotta alla criminalità”

leggi tutto
Napoli

Afragola. Il DUP passa con soli 11 voti. Il sindaco Tuccillo: «Lo considero un fatto politicamente poco apprezzabile e poco comprensibile»

tuccillo dup

di Nicoletta Lanzano* – Questa mattina ad Afragola, nell’ambito dell’assemblea degli iscritti al PD tenutasi all’Istituto Addolorata, il sindaco, Domenico Tuccillo, ha sottolineato nel suo intervento finale la portata storica di tutte le azioni che l’amministrazione sta portando avanti proprio in questo momento sul territorio. Tra queste, i progetti di riqualificazione dei quartieri San Marco e Saggese e un programma urbanistico di rigenerazione urbana che prevede operazioni per un valore complessivo di 9 milioni di euro provenienti dai fondi di compensazione per l’Alta velocità e che riguarderanno San Marco, Saggese e via Ferrarese.

Resta però un fatto, che ha dato adito a molte chiacchiere e che lancia chiari segnali di malcontento e incomprensioni interni alla maggioranza: l’approvazione in consiglio comunale del DUP (Documento Unico di Programmazione), atto propedeutico al bilancio, con soli 11 voti. Falco e Giustino assenti, Concas astenuto.  Al sindaco Tuccillo èabbiamo chietso come ha interpretato questo dato e come crede di procedere verso l’appuntamento più importante dell’amministrazione: l’approvazione del bilancio: «Lo considero un fatto politicamente poco apprezzabile e poco comprensibile – chiarisce il sindaco – e vista l’importanza del DUP e del momento storico che noi stiamo vivendo ad Afragola, in cui l’amministrazione sta producendo il massimo sforzo per i migliori risultati possibili, occorre in questo momento il massimo della coesione e della chiarezza». Continua poi: «Questa è anche la ragione per la quale la maggioranza si è ridotta da 16 a 13, perché occorreva chiarezza e coesione. Ho convocato una riunione di maggioranza per domani sera, per accertare e pretendere tale coerenza e tale chiarezza, perché altrimenti vuol dire che si deve registrare una insufficienza».

Sul comportamento politico di A viso Aperto, nello specifico di Giustino che si è assentato al momento della votazione, il primo cittadino ha così concluso: «A Viso Aperto ha avuto in questi 4 anni sempre un atteggiamento di serietà e di leale collaborazione con l’amministrazione e con me. Proprio perché in quest’ultimo passaggio c’è qualcosa che non si comprende e non è chiara, io farò di tutto perché questa cosa debba essere chiarita, avendo, come sempre abbiamo fatto, non un livello di interdizione sulle aspettative specifiche, ma un livello di condivisone sull’interesse generale della città».

*redattrice Il Giornale di Casoria – articolo del 26 marzo 2017

 

leggi tutto