chiudi
COMUNICATI STAMPA

Ritorna l’Orchestra da Camera di Caserta accompagnata da Erzhan Kulibaev, Juliana Koch e con Antithesis Piano Duo

_DSC8013

Maddaloni, Carinola e Caserta 8 e 9 dicembre 2018

 

Nel fine settimana dell’Immacolata, ad Autunno Musicale, la rassegna itinerante giunta alla XXIV edizione, ritorna l’Orchestra da Camera di Caserta e conosceremo nuovi artisti del panorama musicale internazionale.

 

Si comincia Sabato 8 dicembre, alle ore 11.30, nel Museo Archeologico di Calatia di Maddaloni che ospiterà il concerto Musica da Camera di Erzhan Kulibaev, al violino, e Juliana Koch, all’oboe. Il programma della mattinata prevede brani di Carl Philipp Emanuel Bach, Niccolò Paganini, Wolfgang Amadeus Mozart, Gilles Silvestrini, Johann Sebastian Bach e Béla Bartók.

Kulibaev è stato premiato in diversi concorsi, come il Washington Award, e nel 2016 ottiene il Primo Premio con particolare distinzione alla Manhattan International Music Competition di New York e la Golden Medal alla Berliner International Music Competition. Koch è dal 2018 è Primo oboe presso la London Symphony Orchestra e Professore al Royal College of Music di Londra e precedentemente ha ricoperto tale ruolo in qualità di professore ospite presso la Symphonie Orchester des Bayerischer Rundfunks, la Chamber Orchestra of Europe, la Bayerischer Staatsorchester della Bayerische Staatsoper di Monaco, la Royal Danish Orchestra alla Royal Danish Opera di Copenhagen e la Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano.

 

Ritroveremo i due artisti Sabato 8 Dicembre, alle ore 19.30, Chiesa SS. Annunziata di Carinola per I Concerti dell’Orchestra, accompagnati dall’Orchestra della Camera di Caserta, fondata e diretta dal M° Antonino Cascio. Durante il concerto, verranno eseguiti brani di Georg Friedrich Haendel e Johann Sebastian Bach.

L’Orchestra da Camera di Caserta, composta da giovani e talentuose promesse della musica – fondata e diretta da Antonino Cascio vanta collaborazioni con Severino Gazzelloni, Pierre Pierlot, Gervase de Peyer, Maxence Larrieu, Jorg Demus, ha tenuto concerti in Italia ed all’estero – Festival Cantelli, Festival Paganini, Vienna, Salisburgo / Mozarteum, Bratislava / Filarmonica – suscitando sempre lusinghieri apprezzamenti dal pubblico e dai media.

Antonino Cascio, docente al Conservatorio di Napoli e direttore artistico dell’Autunno Musicale di Caserta, ha diretto varie orchestre – tra cui quelle del Teatro Nazionale e del Conservatorio di Praga, della Radio Televisione Rumena e la Zagreb Chamber Orchestra.

 

Lo stesso concerti verrà replicato Domenica 9 Dicembre, alle ore 11.30, nella Cappella Palatina della Reggia di Caserta, sempre con l’Orchestra della Camera di Caserta, Erzhan Kulibaev, al violino, e Juliana Koch, all’oboe.

 

Il fine settimana di Autunno Musicale si conclude Domenica 9 Dicembre, alle ore 17.30, nel Museo Archeologico di Calatia a Maddaloni, con il concerto Pocket Orchestra di Antithesis Piano Duo, composto da Petros Moschos e Dimitris Karydis. I pianisti greci eseguiranno brani di Johannes Brahms, Franz Schubert, Maurice Ravel e Georges Bizet.

Il Duo, formatosi nel 1997 durante gli studi alla Royal Academy of Music di Londra, si è affermato nei più importanti concorsi internazionali di duo pianistico: Terzo Premio al Murray Dranoff di Miami negli USA e Primo Premio al Donostia Hiria in Spagna nel 2003; Secondo Premio (primo premio non assegnato) e Premio Speciale per la migliore interpretazione di Schubert alla Schubert Competition della Repubblica Ceca nel 2001 e Primo Premio al Vincenzo Bellini di Caltanissetta nel 2000; Primo Premio al Rovere d’Oro nel 1999 e Premio dell’Accademia di Lettere e Arti di Atene nel 2000 e nel 2001.

 

 

Info:

www.autunnomusicale.com – info@autunnomusicale.com  – tel. 0823 361801 / 339 170 29 06

 

Ingresso ai concerti:

Concerti al Museo Campano di Capua – con biglietteria

Concerti alla Reggia di Caserta – ad invito con prenotazione sul sito www.autunnomusicale.com / prenota online

Tutti gli altri concerti – Ingresso libero fino a esaurimento posti

 

Programma, note e bio artisti di Sabato 8 dicembre, alle ore 11.30, Maddaloni Museo Archeologico di Calatia – Musica da Camera, Erzhan Kulibaev, violino, Juliana Koch, oboe

 

Carl Philipp Emanuel Bach (1714 – 1788)

Sonata in la minore *

Niccolò Paganini (1782 – 1840)

Quattro Capricci op.1 **

n.1 – Andante

n.5 – Agitato

n.17 – Sostenuto, Andante

n.24 – Tema con variazioni (Quasi presto)

Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791)

Tre Duetti (dal Flauto Magico)

Gilles Silvestrini (1961)

dai Sei Tableaux *

Hotel Roches Noire à Trouville

Boulevard des Capucines

Le Ballet Espagnol

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)

Partita n.1 in si minore BWV 1002 **

Béla Bartók (1881 – 1945)

Danze Popolari Rumene

*oboe solo

**violino solo

 

Erhan Kulibaev

Si è diplomato presso il Conservatorio Tchaikovsky di Mosca e si è perfezionato con Zakhar Bron, alla Scuola Superiore di Musica Reina Sofia di Madrid e Pierre Amoyal al Mozarteum di Salisburgo. Premiato in diversi concorsi – Washington Award, Hindemith, Wieniawski ed Enescu International Violin Competition, Demidovski, Lisbona, Novosibirsk e Buenos – Aires –, nel 2016 ottiene il Primo Premio con particolare distinzione alla Manhattan International Music Competition di New York e la Golden Medal alla Berliner International Music Competition. Ha tenuto concerti in Argentina, Austria, Belgio, Canada, Germania, Grecia, Spagna, Italia, Kazakhistan, Kuwait, Lituania, Messico, Marocco, Polonia, Portogallo, Russia, Slovacchia, Ucraina, USA, Regno Unito, Francia, Svizzera e Giappone ospite di importanti sale e festival – Carnegie Hall di New York, Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, St. James Church Piccadilly di Londra, Auditorium Nazionale di Madrid, Sony Center for Performing Arts di Toronto, Konzerthaus di Berlino, Opera Bastille di Parigi, Teatro Colón di Buenos – Aires, Festival di Salisburgo, Festival Beethoven di Varsavia, Santander Festival, Estío Musical Burgalés, Otoño Musical Soriano, Classical Music Festival di Riga, Kasama Music Festival, Henryk Wieniawski Festival e Long Lake Festival di Lugano -. Diretto da Valery Gergiev, Vladimir Ashkenazy, Maxim Vengerov, Schlomo Minz, Agnieszka Duczmal, James Feddeck, Vladimir Kiradjiev, Jorge lhez, Paolo Bortolameolli, Abzal Mukhitdinov, Rafael Payare, Alejandro Posada, Marek Pijarowski, Anna Duczmal-Mróz, Michael Hofstetter, Wojciech Rajski, Emir Saul, Tadeusz Strugała, Tadeusz Wojciechowski, Itamar Golan, Mihnea Ignat, ha suonato da solista con rinomate orchestre – Orchestra Filarmonica di Poznan, Sinfonia Iuventus di Varsavia, Royal Chamber Orchestra di Vallonia, Amadeus Chamber Orchestra della Radio Polacca, Orchestra Sinfonica di Tenerife, Orchestra Sinfonica di  Castilla y Leon, Orchestra Filarmonica di Rzeszów, Orchestra da Camera della Società Filarmonica di Mosca, Orchestra da Camera di Stato di San Pietroburgo, Orchestra Sinfonica dello Yucatan, Orchestra Sinfonica dell’Opera di Astana, Sinfonietta di Cracovia, Filarmonica da Camera Polacca, Orchestra Filarmonica di Cracovia -. Ha inciso un CD con musiche da camera di Józef Krogulski e Józef Nowakowski per l’Istituto Chopin di Varsavia; attualmente è docente presso la Scuola Superiore di Musica Katarina Gurska di Madrid.

 

Juliana Koch

Ha studiato con François Leleux a Monaco e Fabian Menzel a Francoforte e con Jacques Tys a Parigi; inoltre ha approfondito l’oboe barocco con Saskia Fikentscher. Nel 2017 ha vinto il Concorso internazionale di musica ARD di Monaco (secondo premio e premio del pubblico -, primo non assegnato -) e dal 2018 è Primo oboe presso la London Symphony Orchestra e Professore al Royal College of Music di Londra. Precedentemente ha ricoperto tale ruolo in qualità di professore ospite presso la Symphonie Orchester des Bayerischer Rundfunks, la Chamber Orchestra of Europe, la Bayerischer Staatsorchester della Bayerische Staatsoper di Monaco, la Royal Danish Orchestra alla Royal Danish Opera di Copenhagen e la Filarmonica del Teatro alla Scala di Milano. Come solista ha suonato con la Symphonie Orchester des Bayerischen Rundfunks, la Münchener Kammerorchester, l’Estonian National Symphony Orchestra con Neeme Järvi e l’Osnabrücker Symphonieorchester. Suona un oboe Marigaux M2.

 

 

Programma, note e bio artisti Sabato 8 Dicembre, alle ore 19.30, Carinola Chiesa SS. Annunziata – I Concerti dell’Orchestra, Orchestra della Camera di Caserta, fondata e diretta dal M° Antonino Cascio, Erzhan Kulibaev, violino, Juliana Koch, oboe

 

Georg Friedrich Haendel (1685 – 1759)

Concerto Grosso in si bemolle maggiore op.6/7

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)

Concerto in re minore per oboe, archi e cembalo

Concerto in la minore per violino, archi e cembalo BWV 1041

Concerto in do minore per violino, archi e cembalo BWV 1060

 

Orchestra da Camera di Caserta

L’Orchestra da Camera di Caserta ha collaborato, tra gli altri, con Severino Gazzelloni, Pierre Pierlot, Gervase de Peyer, Maxence Larrieu, Jorg Demus, Lya De Barberiis, Mario Ancillotti, Edward H. Tarr, Peter Lukas Graf, Rodolfo Bonucci, Bruno Canino, Michele Campanella, Massimiliano Damerini, Cristiano Rossi, Andras Adorjan, Susan Milan, Claudia Antonelli, Alain Meunier, Paolo Bordoni, Rocco Filippini, Alexei Volodin, Herbert Schuch, Sir James Galway, Xavier de Maistre, Sergey Nakariakov. Ha proposto inediti di da Capua, Sacchini, Sarro, Jommelli, Anfossi e Viotti. Ha tenuto concerti in Italia ed all’estero – Festival Cantelli, Festival Paganini, Vienna, Salisburgo / Mozarteum, Bratislava / Filarmonica – e ha suscitato lusinghieri apprezzamenti: “…interpretazioni impeccabili filologicamente …prive di quegli estremismi… gabellati per aderenze all’originale…”,“…fantasia nella creazione timbrica e nell’interpretazione…”,“…l’evento musicale ha vissuto momenti di sincera tensione in una lettura sempre consapevole frutto di un lavoro minuziosamente costruito..””… una vita interpretativa di composta eleganza…”“….l’orchestra e il suo direttore hanno reso con fresca spontaneità le sinfonie di Rinaldo da Capua e Antonio Sacchini…”“…attento a restituire all’ascolto la sobria eleganza di una scrittura in delicato equilibrio fra Barocco e Stile Classico…”“….sinceramente convincente per pulizia, discrezione e musicalità…” Fondatore e direttore dell’Orchestra è Antonino Cascio: ha studiato pianoforte e composizione con Roberto Daina e Antonio Ferdinandi, direzione con Nicola Samale e Massimo Pradella, Karl Osterreicher a Vienna e Lucacs Ervin all’Accademia Liszt di Budapest; ha diretto varie orchestre – tra cui quelle del Teatro Nazionale e del Conservatorio di Praga, della Radio Televisione Rumena e la Zagreb Chamber Orchestra – nonché vari ensemble tra cui Prague Collegium e il Gustav Mahler Ensemble Wien; è docente al Conservatorio di Napoli è direttore artistico dell’Autunno Musicale di Caserta.

 

 

Programma, note e bio artisti Domenica 9 Dicembre, alle ore 11.30, Reggia di Caserta Cappella Palatina – I Concerti dell’Orchestra, Orchestra della Camera di Caserta, fondata e diretta dal M° Antonino Cascio, Erzhan Kulibaev, violino, Juliana Koch, oboe

 

Georg Friedrich Haendel (1685 – 1759)

Concerto Grosso in si bemolle maggiore op.6/7

Johann Sebastian Bach (1685 – 1750)

Concerto in re minore per oboe, archi e cembalo

Concerto in la minore per violino, archi e cembalo BWV 1041

Concerto in do minore per violino, archi e cembalo BWV 1060

 

 

Programma, note e bio artisti Domenica 9 Dicembre, alle ore 17.30, Maddaloni Museo Archeologico di Calatia – Pocket Orchestra, Antithesis Piano Duo

 

Johannes Brahms (1833-1897)

Sedici Valzer op.39

Franz Schubert (1797-1828)

Fantasia in fa minore D940

Maurice Ravel (1875-1937)

Ma mere l’oye

Georges Bizet (1838-1875)

Jeux d’enfants op.22

 

Antithesis Piano Duo

Piano Duo Antithesis

Petros Moschos & Dimitris Karydis

Costituito dai pianisti greci Petros Moschos e Dimitris Karydis nel 1997 durante i loro studi alla Royal Academy of Music di Londra, il Duo si è affermato nei più importanti concorsi internazionali di duo pianistico: Terzo Premio al Murray Dranoff di Miami negli USA e Primo Premio al Donostia Hiria in Spagna nel 2003; Secondo Premio (primo premio non assegnato) e Premio Speciale per la migliore interpretazione di Schubert alla Schubert Competition della Repubblica Ceca nel 2001 e Primo Premio al Vincenzo Bellini di Caltanissetta nel 2000; Primo Premio al Rovere d’Oro nel 1999 e Premio dell’Accademia di Lettere e Arti di Atene nel 2000 e nel 2001. Hanno tenuto concerti in Germania, Italia, Inghilterra, Svizzera, Grecia, Repubblica Ceca, Spagna, Irlanda, Ucraina, Israele, Canada, Venezuela e Stati Uniti, ospiti di contesti prestigiosi – Festival Janacek di Brno, Festival Epidaurus di Atene, Museo Olimpico di Losanna, National Concert Hall di Dublino, Philharmonic Hall di Odessa, Teatro Olimpia di Miami, Teatro Teresa Carreno di Caracas, South Bank Centre, Fairfield Hall e St. Johns Smith Square di Londra -. Da solisti hanno suonato con la Janacek Chamber Orchestra, l’Orchestra Sinfonica dell’Università di Londra, l’Orchestra Giovanile del Venezuela, l’Israele Festival Orchestra, la Florida Classical Orchestra, la Brampton Symphony Orchestra, l’Orchestra Giovanile di Norimberga. Hanno effettuato registrazioni per la Radiotelevisione della Repubblica Ceca, Israeliana, Greca e la BBC, mentre, per la Genuin Musikproduktions e la Radio Bavarese, hanno registrato due CD con musiche di Mozart, Brahms, Schubert e Saint – Saëns. Petros Moschos e Dimitris Karydis hanno studiato ad Atene con Dimitris Toufexis e Aliki Vatikioti e a Londra con Frank Wibaut e James Gibb, conseguendo la laurea in Doctor of Musical Arts (DMA); attualmente sono docenti nei College di Morley e City Lit nonché professori ospiti presso l’Università di Londra.

 

 

Redazione

Autore: Redazione

Lascia un commento