chiudi

Campania

CampaniaEventiSenza categoria

Nola. Convegno promosso dal “Comitato per le celebrazioni bicentenario Carlo Pisacane”

IMG_20181025_085531

Sará il ministro Luigi Di Maio a concludere i lavori.

Il “Comitato per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Carlo Pisacane”, il prossimo 26 ottobre, dalle ore 16.00, in Nola, presso il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, Reggia Orsini, Salone delle Armi, terrà un convegno sul tema “Il comunalismo di Carlo Pisacane e le nuove autonomie dell’Italia per l’Europa”.

L’evento è stato patrocinato dal Ministero per i beni e le attività culturali, dall’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola e dalla Fondazione Forense di Nola – Scuola Bruniana.

Come ha evidenziato il Prof. Leonardo La Puma, Pisacane “è certamente un unitario ed è anche un federalista nella misura in cui i due topoi dell’ideologia democratica risorgimentale non sono tra loro in conflitto e nei termini in cui unità non si identifica con centralizzazione e federalismo con smembramento, frammentazione”.

In tal modo, “il Comune è, nella visione politica di Pisacane, la struttura portante ed il centro motore della vita democratica dell’intera nazione”. “Libero ed indipendente”, “germe della futura grandezza e libertà italiana”, “esso è la cerniera tra la libertà individuale del cittadino e l’essere della nazione”.

In tal senso, “per Pisacane, il Comune è, oltre che un ente giuridico-politico, una compagine morale ed economica che deve avere carattere di individualità ben distinta e definita nella nazione, e che deve essere riconosciuto e strutturato in tutta la sua piena autonomia”.

Sono previsti gli indirizzi di saluto del Dott. Luigi Picardi (Presidente del Tribunale di Nola), del Prof. Alberto Carotenuto (Magnifico Rettore dell’Università degli studi di Napoli “Parthenope”), della Dott.ssa Luisa Franzese (Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania), dell’Avv. Pasquale Piccolo (Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola), dell’Avv. Giuseppe Boccia (Direttore della Fondazione Forense di Nola – Scuola Bruniana).

Introdurrà e modererà i lavori del convegno, il Prof. Leone Melillo (Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, Presidente del Comitato scientifico).

Sono previste le relazioni del Prof. Francesco Bonini (Magnifico Rettore dell’“Università LUMSA di Roma”), del Prof. Giuseppe Cataldi (Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”), del Prof. Vincenzo Cocozza (Università degli Studi di Napoli “Federico II”), dell’On. Ing. Mattia Fantinati (Sottosegretario di Stato al Ministero per la pubblica amministrazione), del Prof. Leone Melillo (Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, Presidente del Comitato scientifico), del Sen. Avv. Francesco Urraro (Commissione Giustizia del Senato della Repubblica, Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali anche mafiose).

Temi di ricerca che si avvarranno anche degli interventi del comitato scientifico della rivista “Il Pozzo. Idee di storia delle dottrine e delle istituzioni politiche” (Direttore: Francesco Bonini, Direttore responsabile: Leone Melillo).

Alle ore 17.30, l’attenzione si soffermerà sul progetto di ricerca e di alternanza scuola lavoro “Governare la complessità nella società contemporanea: il decentramento come elogio delle comunità”.

Discutono, tra gli altri, la Dott.ssa Elisabetta Garzo (Presidente del Tribunale di Napoli Nord), l’Avv. Italia Ferraro (Vice Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Nola), il Prof. Corrado Limongi (Dirigente scolastico), la Dott.ssa Giuseppina Marra (Direttore f.f. UOC Ser. D. di Caserta), il Dott. Ing. Ettore Nardi (Consigliere dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli), l’Avv. Gianluca Tellone (Avvocato INPS di Napoli).

Concluderà i lavori, l’On. Luigi Di Maio (Ministro dello sviluppo economico, del lavoro e delle politiche sociali, Vicepresidente del Consiglio dei Ministri).

L’evento, promosso anche dal Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, con una circolare, e stato accreditato, ai fini della formazione, dall’Ordine degli Avvocati di Nola, che lo ha organizzato unitamente alla Fondazione Forense di Nola – Scuola Bruniana.

Gli atti di questa giornata di studi saranno pubblicati nel prossimo numero della rivista scientifica “Il Pozzo. Idee di storia delle dottrine e delle istituzioni politiche”.

 

leggi tutto
CampaniaPolitica

Periferie, intesa con il Governo sui fondi

IMG_20181019_162926

Tuccillo: “vigileremo sugli accordi”

Fondi per le periferie, intesa con il Governo e ricucito lo strappo istituzionale dei giorni scorsi. Il presidente dell’Anci Antonio Decaro  annuncia che i Comuni torneranno ad avere a disposizione il miliardo e 600 milioni che il governo aveva deciso di revocare con il decreto milleproroghe.  “Abbiamo ricucito le relazioni con il governo perché – spiega il presidente dell’Anci al termine della Conferenza Unificata, dove è stata raggiunta l’intesa  – abbiamo vinto una battaglia che non era dei sindaci, ma era per i diritti dei cittadini. La battaglia non l’hanno condotta soltanto i sindaci ma milioni di cittadini, quelli che vivono nelle periferie, ai quali avevamo promesso un’operazione di ricucitura urbanistica e sociale che forse non avevano mai avuto”.

Decaro aggiunge: “Abbiamo convinto il governo a tornare indietro, a mettere nuovamente a disposizione le risorse, non si fermeranno né la progettazione né i lavori. I fondi sono gli stessi che ci sono sempre stati, un miliardo e 600 milioni, e vengono solamente distribuiti nei prossimi due anni; ci saranno anche i rimborsi di tutte le spese sostenute. In questa maniera – conclude Decaro – possiamo completare gli interventi che erano stati previsti dal bando periferie”.
“E’ stata vinta una battaglia per difendere gli interessi dei cittadini. L’accordo sottoscritto tra Governo e Anci nella Conferenza Unificata chiude il caso-periferie in modo soddisfacente per i Comuni, perché dà loro certezza delle risorse a disposizione e consente di continuare nella progettazione e realizzazione di opere a lungo attese e, in molti casi, già avviate”, commenta il

presidente di Anci Campania, Domenico Tuccillo: “Il blocco delle opere, che consentono di far rivivere le periferie delle nostre città, era ingiustificato e di estrema gravità. L’accordo con il ripristino dei fondi già nel 2019 consente ai Comuni di ottenere le risorse necessarie e riprendere il percorso interrotto. Anci Campania continuerà, insieme alla struttura nazionale e alle altre associazioni regionali, a vigilare sostenendo l’impegno dei sindaci e delle città coinvolte nella rigenerazione del loro tessuto urbano, evitando che ci possano essere nuove e future interruzioni negli stanziamenti relativi al Programma straordinario per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie”.

leggi tutto
CampaniaPolitica

Coppola aderisce alla Lega: si rafforza il Partito di Salvini anche nel territorio Sorrentino-Stabiese

salvini-biagio-sequino-720×524

Nuova nomina per la Lega in provincia di Napoli. Il segretario provinciale del partito di Salvini Biagio Sequino (nella foto a dx) ha ratificato la nomina del dott. Antonio Coppola (nella foto a sx) come Responsabile provinciale Salute e Sanità. Dirigente medico dell’Asl Napoli 3, specializzato in diversi campi della medicina con svariati master in Italia e all’estero, Antonio Coppola e’ molto attivo nella Penisola Sorrentina dove è stato membro del Cda del Patto Territoriale Penisola Sorrentina/Stabiese, assessore all’Ambiente e Igiene urbana del comune di Sant’ Agnello. Nell’ultima tornata elettorale a Castellammare di Stabia ha collezionato circa 500 preferenze, e già da qualche mese collabora con il coordinatore cittadino Giovanni Tito.
“Proprio la sua elevata conoscenza del territorio Sorrentino/Stabiese ha fatto si che gli venisse affidato un mandato esplorativo per intercettare esponenti del società civile e del terzo settore per creare una filiera di professionisti al fine di organizzare e realizzare eventi nel sociale in nome e per conto della Lega”.  – Queste le parole del coordinatore provinciale di Napoli della Lega Biagio Sequino. Il coordinatore cittadino Giovanni Tito  aggiunge – “Proprio la sua elevata conoscenza del territorio Sorrentino/Stabiese – ha detto il coordinatore cittadino della Lega, Giovanni Tito – ha fatto sì che gli venisse affidato un mandato esplorativo per intercettare esponenti del società civile e del terzo settore per creare una filiera di professionisti al fine di organizzare e realizzare eventi nel sociale in nome e per conto della Lega”.

leggi tutto
Campania

Iconografia, iconologia e “percorsi dell’anima”

foto leone

Un gruppo di ricerca ed un gruppo di studi e ricerche scientifiche propongono un convegno sul tema “Libertà e diritti dell’età contemporanea”

Il 24 febbraio 2018, dalle ore 10.30, presso l’Auditorium dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Antonio Sacco”, in Sant’Arsenio (Salerno), è previsto un convegno sul tema “Libertà e diritti dell’età contemporanea”.
Un’iniziativa culturale, promossa da un gruppo di ricerca sull’“iconografia e l’iconologia dei beni culturali”, che indaga il “rapporto politico nelle metamorfosi individuo-stato, autorità-libertà, morale-azione, giustizia-violenza” e, quindi, da un gruppo di studi e ricerche scientifiche sull’ “iconologia dei percorsi dell’anima”, un tema di storia delle dottrine politiche che si sofferma sui “percorsi dell’anima”. Una proposta dell’Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania.
Dopo la presentazione dell’iniziativa, della Dott.ssa Rosaria Murano, Dirigente scolastico Istituto d’Istruzione Superiore “Antonio Sacco”, sono previsti gli indirizzi di saluto della Dott.ssa Luisa Franzese, Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania e del Dott. Donato Pica, Sindaco di Sant’Arsenio.
Avrà luogo, quindi, la presentazione del libro di Leone Melillo sul tema “Il pensiero politico di Carlo Pisacane tra nazionalismo, fascismo ed antifascismo, prefazione di Francesco Bonini, Salvatore Insenga Editore, Palermo 2017” (saranno presenti l’autore e l’editore), che animerà il dibattito con gli studenti, sul tema “Libertà e diritti dell’età contemporanea (autori e protagonisti)”, moderato dalla Dott.ssa Antonella Citro, giornalista – UNO TV. Ne discutono, il Dott. Luciano Chiappetta, Consulente del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Mons. Antonio De Luca, Vescovo di Teggiano-Policastro, il Dott. Corrado Limongi, Dirigente scolastico Istituto d’Istruzione Superiore “Leonardo da Vinci”- Sapri, l’Avv. Corrado Matera, Assessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania, il Prof. Leone Melillo, dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, il Prof. Salvatore Prisco, dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

leggi tutto
Campania

Da oggi nuovo sito per Anci Campania

tuccillo 800

Tuccillo, Prsidente Anci Campania: “Da oggi è online il nuovo sito dell’ANCI Campania. Rinnovato nella grafica e nei contenuti, con uno spazio riservato alle immagini e particolare attenzione ai nuovi strumenti di comunicazione Social, il nuovo portale a disposizione dei Comuni, sarà orientato a informare le amministrazioni della Campania su tutte le ultime novità dell’Associazione Nazionale Comuni d’Italia.
Il sito, sottoposto a un profondo restyling in ogni sua parte, insieme alle aggiornate pagine Facebook, Twitter e Youtube, consentirà all’ANCI Campania di svolgere al meglio una delle funzioni principali della nostra associazione, che è quella di comunicare tempestivamente e in modo interattivo, tutte le informazioni che riguardano la vita dei Comuni e le principali scadenze a cui devono far fronte.
Il nuovo portale www.AnciCampania.it, quotidianamente caratterizzato da contenuti originali, offrirà ai Sindaci e agli amministratori locali della Campania uno strumento comunicativo utile per svolgere al meglio le loro funzioni”

leggi tutto
Campania

Il Movimento 5 stelle al Castello di Casapozzano per parlare di imprenditoria agricola

5stelle

Un convegno improntato sulle peculiarità del territorio agro atellano, quello organizzato dal Movimento 5 stelle, nella splendida cornice del castello di Casapozzano. Un incontro al quale hanno partecipato molti imprenditori casertani e nel quale, i candidati, hanno esposto la loro ricetta per la ripresa dell’industria italiana in ogni campo: incentivi per l’innovazione, detassazione del lavoro, accesso al credito, sburocratizzazione.

Per questa ragione i vertici regionali dei 5 stelle hanno scelto di non mancare. A prendere parola infatti, insieme ai candidati alla Camera e al Senato: Margherita Del Sesto, Giovanni Russo e Fabio Di Micco,sono stati i consiglieri regionali Valeria Ciarambino Vincenzo Viglione.

Molto interessante l’intervento di Fabio Di Micco, candidato al Senato, per il quale: “L’imprenditoria in generale e quella agricola in particolare devono essere messe in condizione di riprendere il passo dei principali competitor internazionali. La nostra produzione nel settore agroalimentare, artigianale e industriale, il così detto Made in Italy, è da sempre considerata una eccellenza mondiale ma c’è bisogno di restituire nuova linfa alle nostre imprese”.

Degno di nota anche lo spunto offerto dal candidato alla CameraGiovanni Russo, che afferma: “Per guardare con fiducia il futuro della nostra terra dobbiamo volgere lo sguardo laddove affondano le nostre radici. L’agricoltura, con le sue eccellenze ed i valori che incarna, può essere un nuovo volano per l’economia che può dare speranza di prosperità, tutela del territorio e posti di lavoro qualificati. Uno sviluppo agricolo 2.0 è un ritorno al passato che può aiutare il Made in Italy ad essere nuovamente competitivo nel mondo moderno”

leggi tutto
Campania

Stasera a Crispano Vincenzo Spadafora con gli altri candidati del Movimento 5 Stelle

spadafora crispano

Il tour elettorale nella provincia di Napoli prende forma. Stasera a Crispano la prima uscita pubblica del candidato del Movimento 5 Stelle nel collegio uninominale dei 9 comuni a nord di Napoli: Crispano, Frattaminore, Frattamaggiore, Grumo Nevano, Afragola, Arzano, Cardito, Casavatore, Casoria.  Ieri con un lungo post sulla sua pagina facebook Spadafora ha spiegato le ragioni della sua scelta.

Vincenzo Spadafora: “MI CANDIDO. Per la prima volta nella mia vita sono candidato ad una competizione elettorale.
Sono emozionato, motivato e sento forte la responsabilità per una sfida avvincente oggi e, soprattutto, nei prossimi mesi se sarò eletto.
Sono candidato nel mio territorio, ad Afragola dove sono nato, a Frattamaggiore dove ho vissuto fino ai dieci anni e dove ho trascorso i tempi indimenticabili del liceo, a Cardito dove ho vissuto fino ai diciotto anni e dove ritorno sempre perché lì c’è la mia famiglia.
Sono candidato ad Arzano, Casavatore, Casoria, Crispano, Frattamaggiore, Frattaminore, Grumo Nevano, i comuni che giravo giorno dopo giorno con la mia Vespa50 special bianca, perché in quei comuni da adolescente è iniziata la straordinaria avventura con l’Unicef.

Quanti ricordi, quante storie vissute, quante persone incontrate sul cammino di quegli anni, quante iniziative organizzate insieme a centinaia di ragazzi, di insegnanti, di Sindaci, di professionisti, di persone che, insieme a tanti amici, coinvolgevamo in attività concrete per rendere migliore la nostra terra e per non dimenticare i bambini e i ragazzi “lontani”.
Sono trascorsi più di venti anni da allora e so di aver vissuto una vita intensa ed entusiasmante, non senza difficoltà e sacrifici.
Quando sono stato eletto Presidente dell’Unicef a soli 34 anni, ho voluto vedere con i miei occhi ciò di cui avevo sempre parlato: sono stato in Indonesia, in Guinea Bissau, in Rwanda, a Gaza, in Sierra Leone, in Libano e in altri molti luoghi per organizzare e sostenere progetti di sviluppo.

Da Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza, il primo in Italia, ho vissuto una esperienza di vita unica accanto a migliaia di bambini e di giovani del nostro Paese: nelle scuole, nei centri di assistenza sociale, negli istituti penali minorili, nei centri sportivi ma anche semplicemente nelle piazze, per le strade, dovunque fosse necessario ridare la speranza di una vita migliore e provare a costruirla insieme.

Non sono mancate delle “pause” in cui mi sono ritrovato ad affiancare rappresentanti di Istituzioni pubbliche nei loro ruoli di vertice; anche da quelle esperienze ho imparato molto.

Certo, negli anni ho creduto che alcune proposte politiche potessero rappresentare finalmente delle opportunità vere per cambiare il modo di interpretare la politica in Italia.
Alla fine però è sempre prevalsa la delusione per il progetto o per le persone che lo rappresentavano.
Oggi, per la prima volta, accetto una sfida politica nel senso più bello e nobile del termine.
E sarei felice di mettere a disposizione del
mio territorio, dei miei concittadini, l’esperienza e la competenza acquisite in questi anni.

Mi candido con il Movimento 5 Stelle che ho imparato a conoscere molto da vicino soprattutto negli ultimi due anni per la mia attività professionale.

Mi candido in un collegio dove centinaia di attivisti, ben prima di me, hanno creduto e sostenuto il progetto del M5S, dimostrando innanzitutto una forte spinta motivazionale per il benessere del proprio territorio ed un impegno civile animato da una partecipazione attiva accanto ai cittadini, tra la gente, nei gazebo anche quando il M5S non era ancora la prima forza politica del Paese. Per questo entro nella loro famiglia in punta di piedi.

Tante cose vorrò raccontarvi in queste quattro settimane, anche entrando nel merito dei temi e di criticità che alcuni di voi potrebbero pormi in merito a questa mia scelta. Sono pronto al confronto e da stasera potrete seguire la campagna soprattutto sulla mia pagina pubblica.

Ora vi lascio con il mio auspicio più grande e cioè di poter fare qualcosa per le bambine e i bambini, per le ragazze e i ragazzi della mia terra. Restituire la fortuna che ho avuto di incontrare sul mio percorso, già in quei primi anni difficili dell’adolescenza, persone che si dedicavano pienamente ed esclusivamente al bene comune, che non avevano altri fini, che credevano e testimoniavano valori ed ideali.
Credo che ci siano tante persone ancora che facciano silenziosamente il loro dovere ma credo che la classe dirigente politica sia nettamente peggiorata.

Pronto a questa sfida, pensando ai miei genitori, persone semplici, che mi hanno insegnato a vivere da persona perbene, con umiltà e con la schiena dritta”.

leggi tutto
Campania

Domani a Sapri la presentazione del libro di Leone Melillo su Pisacane

leone pisacane

Domani, martedì 30 gennaio, dalle ore 16.30, in Sapri, presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Leonardo Da Vinci”, è prevista la presentazione del volume del Prof. Leone Melillo, “Il pensiero politico di Carlo Pisacane tra nazionalismo, fascismo ed antifascismo”, prefazione di Francesco Bonini (Magnifico Rettore dell’Università LUMSA di Roma), Salvatore Insenga Editore, Palermo 2017.
Interverranno, tra gli altri, il Prof. Gianpiero Cerone (Storico e filosofo, Dirigente scolastico dell’IIS “Assteas” di Buccino), l’Avv. Francesco Maldonato (Storico e scrittore, Presidente dell’Associazione “Oltre Pisacane”), il Prof. Corrado Limongi (Preside dell’IIS “L. Da Vinci” di Sapri). Saranno presenti l’editore e l’autore.
L’autore, che insegna Storia delle dottrine politiche nel Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Napoli “Parthenope”, con questo volume, incentrato su Carlo Pisacane, analizza lo snodo della Grande Guerra, del nazionalismo che la precede e la accompagna, e del fascismo, con la conseguente reazione dell’antifascismo, fino alla nuova guerra.
Il libro di Leone Melillo scruta in profondità alcune questione brucianti e irrisolte della riflessione storiografica e politica, quel campo del dramma italiano in cui vive la relazione storica tra il Risorgimento, il fascismo e l’antifascismo, attraverso l’analisi del pensiero politico di Carlo Pisacane. In questo cammino tridimensionale, in cui quelle categorie storiche rivelano visioni relative e assolute della nostra identità, il concetto-chiave è “nazionalismo”. Non soltanto perché Pisacane lo assume come carattere indissolubilmente legato al prioritario riscatto sociale delle masse popolari, ma soprattutto per la valenza dialettica che quel concetto ha con le ideologie risorgimentali libertarie e indipendentiste.
Il nazionalismo di Carlo Pisacane viene assunto dal fascismo come paradigma di un patriottismo senza moderatismo, di un ideale rivoluzionario italiano, nazionale e sociale che supera il liberalismo inconcludente e antipopolare.
Contro l’appropriazione nazionalistica del Risorgimento e quindi anche della figura di Carlo Pisacane da parte del fascismo, la storiografia antifascista cerca di onorare il “Risorgimento dei vinti”, dei “vincitori morali” (come il Pisacane), traditi dall’unificazione monarchica.
Il Melillo, mentre ci parla di Pisacane, ci parla della coscienza nazionale (e forse anche della inconsapevolezza della nostra identità nazionale, in cui fascismo e antifascismo, convivono e si contrappongono, sullo sfondo dell’epopea risorgimentale). E lo fa convocandoci al cospetto dei grandi pensatori, come Croce e Gentile, dei grandi storici come Gobetti, Salvemini, individuando ora il livello scientifico ora quello ideologico del dibattito storiografico.

leggi tutto
Campania

MIGRANTI, PROTOCOLLO NAPOLI. TUCCILLO (ANCI CAMPANIA): BENE LA TASK FORCE A SUPPORTO DEI COMUNI, MA SI ASSICURI SEMPRE RIGORE E SICUREZZA

MINNITI TUCCILLO

“Con la firma dell’Anci Campania al protocollo sul miglioramento del sistema di accoglienza con gli Spar abbiamo espresso una manifestazione di responsabilità dei sindaci, indirizzata a governare processi complicati e difficili come quelli dell’immigrazione”. A dirlo è il presidente di Anci Campania, Domenico Tuccillo, al termine dell’incontro con il Ministro dell’Interno Marco Minniti, al Maschio Angioino di Napoli.
“Abbiamo apprezzato – continua Tuccilloche nel protocollo venissero inseriti due punti per noi molto importanti. Anzitutto la clausola di salvaguardia che fissa limiti ben precisi all’attivazione di ulteriori forme di accoglienza per i Comuni che aderiscono, escludendo quelli che abbiano raggiunto la copertura del 50% dei posti previsi dal piano Ministero Interno-Anci. Era ed è una questione di equità tra Comuni”.
“Inoltre – aggiunge il presidente di Anci Campaniala costituzione, come ho espressamente richiesto, di una task force di supporto ai Comuni che voglio predisporre i progetti per l’adesione alla rete Spar”.
“Tutto questo – conclude Tuccillosi deve però coniugare con un monitoraggio costante e attento non solo sulle attività svolte dai centri Spar, ma anche sulla qualità dell’accoglienza e il rispetto della legge circa il trattamento e l’utilizzo di questi migranti. Tutto dovrà avvenire in un quadro che deve coniugare accoglienza e rigore. Se ci sarà rigore riusciremo a contrastare le presenze degli irregolari, assicurare l’accoglienza di chi ha diritto e garantiremo la piena sicurezza delle popolazioni dei Comuni che accolgono”.

leggi tutto
CampaniaEventi

Orta di Atella. Rilancio economico e sociale nel Sud Italia: apre Wellcom

arcangelo orta

Giovedì 30 Novembre, è una data fondamentale per lo sviluppo dell’economia della provincia a Nord di Napoli. Si terrà infatti il taglio del nastro di Wellcom, lo store per la famiglia che darà lavoro a giovani ragazzi del territorio.

Secondo l’Ufficio studi della Cgia di Mestre il tasso di disoccupazione in Campania è aumentato di 9 punti percentuali. Ciò ha comportato un vero e proprio esodo dei nostri giovani. Si stima che circa 400mila meridionali hanno lasciato il proprio territorio per cercare lavoro, la metà di questi proviene proprio dalla Campania.

Va da sé che investire nel Sud Italia, dopo la crisi, è diventato sempre più difficile, ma fortunatamente esistono ancora imprenditori capaci di lanciare il cuore oltre l’ostacolo e decidere di investire nel loro territorio. Si tratta dalla Sve gruop, azienda campana che ha scelto aprire diversi store proprio qui in Campania.

Dopo quella di Portici, la prossima apertura sarà quella di Orta di Atella, il 30 Novembre, nel centro commerciale Faboule. All’evento parteciperano anche degli artisti di eccezione, Enzo Fischietti e Lello Musella, direttamente da Made in Sud e sabato il cantante Andrea Sannino.

Questa nuova apertura, oltre a fornire un contributo notevole all’indotto economico del territorio, permetterà alla famiglie del territorio di fare la spesa con maggiore leggerezza, grazie ad una campagna di buoni acquisto su alcuni prodotti acquistati. È addirittura possibile acquistare dei prodotti ad una certa cifra e ricevere una parte della cifra sotto forma di buono. Senza considerare il concorso a premi che vede in palio ben 5 crociere.

 

leggi tutto