chiudi

Senza categoria

Senza categoria

Una Vita per il teatro a Sala Ichòs

Baba 1

Una collaborazione nata nel segno dello spettacolo, quella tra il gruppo Ichòs Zoe Teatro e l’Organizzazione di progettazione e management culturaleOfficinae Efesti, per realizzare una rassegna di teatro sociale d’arte dal titolo “Una vita per il teatro”.

«Le nostre organizzazioni da tempo lavorano sul tema del margine come spazio di possibilità. Questo progetto nasce dalla necessità di costruire un progetto artistico che impatti sulle comunità che abitano le periferie dell’area metropolitana, per generare nuove visioni» S.Piccolo / S.Mattiello, Direzione Artistica

La rassegna si lascia attraversare da linguaggi diversi ed abita differenti luoghi fisici e di senso, la drammaturgia trova il suo snodo principale nella resistenza come atto poetico, da “Antigone” della produzione Ichòs Zoe Teatro, in scena il 20 e 21 aprile, al mondo relazionale dell’Africa Occidentale attraverso il suono del Tama del polistrumentista griot Baba Sissoko, con il concerto ”Solo” del 28 aprile, fino alla tensione metafisica di“Abram e Isac” de I Sacchi di Sabbia del 4 e 5 maggio, quest’ultimo rivolto esclusivamente agli allievi delle scuole Livatino e Don Milani.

La scelta di tale intervento si integra con le diverse azioni di promozione della cittadinanza giovanile delle due organizzazioni, al fine di favorire il riconoscimento e la visibilità delle competenze dei giovanissimi coinvolti nella rassegna, contribuendo a mutare quell’immagine stereotipata dei giovani della periferia.

Baba Sissoko ha suonato con Enzo Avitabile & i Bottari, Chris Joris & Bob Stewart, la grandissima Dee Dee Bridgewater, Omar Sosa Music, Rokia Traorè e annovera fra le sue recenti collaborazioni quella con il grande grande musicista di blues elettrico Mighty Mo Rodgers, che ha avuto luogo al Sziget Festival di Budapest.

Il progetto “Una vita per il teatro” è realizzato grazie al Contributo di Città Metropolitana di Napoli.

“Una vita per il teatro” – Sala Ichòs

Via Principe di Sannicandro 32/A – San Giovanni a Teduccio (NA)

Fermata metro linea 2: San Giovanni a Teduccio – Barra

Lo spazio è dotato di ampio e gratuito parcheggio.

Ingresso singolo spettacolo: 5 euro

Info e prenotazioni: 335 765 2524 – 335 7675 152 – 081275945 (dal lunedì al sabato dalle 16 alle 20 – domenica dalle 10 alle 17)

Attivo per il pubblico di Sala Ichòs il servizio gratuito Vai a teatro in navetta! L’autobus preleverà gli spettatori a Napoli il sabato alle ore 19:45 e la domenica alle 18 a piazza Borsa (adiacenze fermata metropolitana) e li accompagnerà nello spazio di San Giovanni a Teduccio. Garantito anche il ritorno, con destinazione finale sempre piazza Borsa. Il servizio è gratuito ed è possibile effettuare la prenotazione (sempre durante la settimana, entro e non oltre le ore 12 il sabato e la domenica), tramite whatsapp al numero 329 6264 545, indicando il cognome e il numero di passeggeri.

leggi tutto
PoliticaSenza categoria

Casalnuovo, il Comune crea una short-list per incarichi di assistenza tecnico-professionale

Casalnuovo municipio

Il Comune di Casalnuovo di Napoli intende costituire un ristretto elenco (short list) di Esperti, per l’affidamento di incarichi professionali nell’ambito della funzione di predisposizione e gestione dei documenti richiesti per laprogrammazione, attuazione e rendicontazione delle operazioni e degli interventi cofinanziati dal P.I.C.S.
L’avviso resterà valido fino al 31.12.2020 e pertanto la Short List ha carattere aperto, dunque sarà sempre possibile iscriversi presentando domanda secondo le modalità previste dal presente Avviso.

I contenuti dei servizi richiesti sono riconducibili alla consulenza, gestione, attuazione, monitoraggio, rendicontazione, informazione e comunicazione, ossia all’insieme delle attività necessarie per sostenere l’esecuzione del Programma e garantire la corretta gestione delle risorse finanziarie in termini di efficienza ed efficacia.
I professionisti dovranno fornire, nelle attività sopra indicate, peculiari e qualificati apporti professionali ed operativi utili a garantire un elevato ed aggiornato contributo di conoscenza ed una capacità di elaborazione nelle aree di intervento del programma.

Ecco il comunicato:

BANDO SHORT LIST PICS

 

leggi tutto
Senza categoria

LAURA ai Quartieri Airots

web_laura_social

Dal 12 al 15 aprile (dal giovedì al sabato alle ore 21 e domenica ore 18:30) ai Quartieri Airots (via Carlo de Cesare, 9 – Napoli), Murìcena Teatro presenta la sua nuova produzione in forma di primo studio LAURA, adattato e diretto da Fulvio Sacco, che ne è anche interprete insieme a Raffaele Parisi. Lo spettacolo vede la partecipazione in voce di Marianita Carfora, le scene sono a cura di Mauro Rea, i costumi di Antonietta Rendina e i suoni di Andrea Cimmino.

LAURA, attraverso una storia semplice e ricca di colpi di scena, prende spunto dagli eventi terroristici di oggi non per parlare della violenza che invade e continuerà ad invadere le nostre vite quotidiane. La pièce è una tragedia intima in cui non uscirà nessuno vincitore.

L’associazione Murìcena Teatro, costituita da professionisti under 35, si occupa principalmente della promozione della cultura teatrale attraverso produzioni di testi inediti ed editi e attività laboratoriali pratiche e di studio.

SINOSSI

In una metropoli non identificata, tra circa quindici anni e sullo sfondo una guerra che ancora non conosciamo, ma di cui oggi abbiamo paura, due personaggi si incontrano casualmente in un appartamento.

Il padrone di casa è Enrico, scrittore di successo famoso per le sue ideologie e i suoi romanzi amorosi, mentre l’altro è Riccardo, rampollo di ricca famiglia, completamente disinteressato a tutto ciò che non riguarda lui e sua moglie Laura.

Le strade sono abitate da guerra e violenza, la tragedia che i personaggi vivono all’interno dell’abitazione li porterà a disinteressarsi completamente di ciò che accade fuori, trovandosi in una spietata partita a scacchi da dove potrebbe non uscirne nessuno vincitore.

NOTE DI REGIA

Ogni giorno assistiamo alla violenza del terrorismo. In Italia, in Europa e in tutto il mondo ci troviamo in una situazione politica evidentemente incerta. Nel 1961, John F. Kennedy nel celebre discorso all’ONU, affermò che “l’umanità deve porre fine alla guerra, o la guerra porrà fine all’umanità”. Sulla base di questo è importante concentrarci sul futuro, un futuro che può non essere dei migliori. L’azione si svolge tra circa quindici anni, in una metropoli non identificata, ma con le proprie strade abitate da guerra e violenza. Ci troviamo in uno spazio vuoto, metafisico, sospeso, circondato da rumori esterni di continuo pericolo. In questo microcosmo, come in una spietata partita a scacchi, vengono fuori, mossa dopo mossa, le personalità dei personaggi che abitano lo spettacolo. Da un lato Enrico, giovane scrittore di successo famoso per le sue ideologie e i suoi romanzi amorosi, e dall’altro Riccardo, giovane rampollo di ricca famiglia e sua moglie Laura. Le rivelazioni, i conflitti e i colpi di scena li porteranno a vivere la tragedia in cui sono completamente coinvolti e da cui ormai, non possono più sottrarsi.

Lo spettacolo vede il suo embrione nello studio di “Notte degli uomini” di Jean Bernard-Luc e dai giorni successivi al massacro di Charlie Hebdo. In quei giorni mi trovavo a Parigi e credo di portare questa mia esperienza in “Laura” perché è uno spettacolo che parla di tutti noi e che punta ad emozionare e far riflettere, con una storia semplice, profondamente intima e piena di colpi di scena.

Fulvio Sacco

Primo studio. Dal 12 al 15 aprile 2018 dal giovedì al sabato alle ore 21 e la domenica alle ore 18:30

QUARTIERI AIROTS via Carlo de Cesare, 9 – 80132 Napoli

Info e prenotazioni: 081-18498998, dalle 11 alle 19 | info@airots.it

Biglietto unico euro 10,00

LAURA

adattamento e regia Fulvio Sacco

con Raffaele Parisi, Fulvio Sacco

con la partecipazione in voce di Marianita Carfora

scene Mauro Rea

costumi Antonietta Rendina

suoni Andrea Cimmino

artwork Rosita Vallefuoco

ufficio stampa Gabriella Galbiati

organizzazione Napoleone Zavatto

liberamente tratto da “Notte degli uomini” di Jean Bernard-Luc

una produzione Murìcena Teatro

durata 50’ circa

leggi tutto
Senza categoria

Afragola. La giunta approva il bilancio con il nuovo Piano di fabbisogno

afragola municipio

Introdotta anche la «monetizzazione» delle aree a standard urbanistico

«Il bilancio è pronto nei tempi prestabiliti, con un Piano di fabbisogno che permetterà al Comune di procedere a nuove assunzioni e rendere più efficienti i servizi del Comune al cittadino grazie all’arrivo di nuove forze negli uffici». Così, il Sindaco Domenico Tuccillo, ha commentato l’approvazione in giunta del bilancio, presentato dall’Assessore alle Finanze, Antimo Manzo. In particolare il Piano di fabbisogno triennale prevede l’assunzione nel 2018 per concorso di un nuovo Istruttore direttivo sociale, un nuovo Ingegnere ambientale, un nuovo Assistente sociale, 5 nuovi vigili urbani a scorrimento delle graduatorie previe procedure di mobilità e 4 ex LSU con l’accesso agli appositi fondi regionali per la stabilizzazione. Per l’anno in corso sono anche previsti contratti full time a tempo determinato per 3 Educatori professionali, 15 Assistenti sociali, 7 Direttori amministrativi contabili e due Sociologi che saranno assunti attraverso i fondi PON Inclusione FESR 2014-2020.
Su proposta dell’Assessore all’Urbanistica, Maria Cristina Iazzetta la giunta presieduta dal Sindaco Tuccillo ha inoltre introdotto la regolamentazione per la «monetizzazione» delle aree a standard urbanistico. Diventa così possibile prevedere, in sostituzione della cessione di aree e della realizzazione di verde e parcheggi, un compenso in denaro per qualsiasi intervento di demolizione e ricostruzione, modifica, ristrutturazione e cambio di destinazione d’uso degli immobili. I proventi della «monetizzazione» saranno impiegati dall’amministrazione, mediante la costituzione di un fondo ad hoc, per realizzare su iniziativa pubblica aree a verde e parcheggi in città.

leggi tutto
Senza categoria

STARTUP MUSIC LIVE AL LANIFICIO25 DI NAPOLI

StartUp Music Lab @ Be Quiet_Teatro Bellini

SERATA CONCLUSIVA DELLO STARTUP MUSIC LAB

Special Guest: LUCARIELLO

Domenica 17 dicembre 2017 – ore 19:00

Piazza Enrico de Nicola, 46 – Napoli

 

Domenica 17 dicembre, alle ore 19:00, il Lanificio25 ospiterà lo StartUp Music Live, l’evento conclusivo dello StartUp Music Lab, il corso di perfezionamento coordinato dal docente di comunicazione e culture giovanili Lello Savonardo volto a formare, nei soggetti partecipanti, una cultura d’impresa in campo artistico, promosso dal Dipartimento di Scienze Sociali della Federico II, in collaborazione con il MiBACT e la SIAE.

 

Nel corso dello StartUp Music Lab, i giovani artisti – Josh Abrams, Francesco Amoruso, Imma Barbarulo, Luigi Castiello, Francesco De Gregorio, Mariangela Di Grazia, Francesca Fariello, Roberto Graziano, Francesco Lettieri, Stella Manfredi, Davide Montella, Roberto Paolo Ormanni, Luigi Panico, Cris Pellecchia e Tony Tonelli – hanno incontrato personalità ed esperti legati all’industria discografica musicale italiana. Tra questi, il rapper Lucariello, ospite della serata di chiusura, il giornalista Renato Marengo, il Presidente Audio Coop – MEI Meeting delle Etichette Indipendenti Giordano Sangiorgi, Vincenzo Mazza, Presidente FIMI, Federazione dell’Industria Musicale Italiana di Confindustria e Claudio Poggi, primo produttore di Pino Daniele.

Ultimo di tre eventi, i precedenti al PAN, nel contesto della settima edizione della Mostra Rock! a settembre, e al Piccolo Bellini, nell’ambito del Be Quiet a novembre, lo StartUp Music Live, promosso in collaborazione con Ufficio K Eventi, vedrà avvicendarsi sul palco del Lanificio 25 gli artisti che hanno partecipato alle attività del corso.

StartUp Music Lab promosso dal Dipartimento di Scienze Sociali, in collaborazione con il MiBACT e la SIAE è il corso di perfezionamento gratuito rivolto a giovani autori, artisti, interpreti ed esecutori di età non superiore a 35 anni residenti in Italia, che si propone di formare, nei soggetti partecipanti, una cultura d’impresa in campo artistico; di sviluppare, valorizzare e ottimizzare capacità creative ed espressive al fine di misurarsi con il sistema musicale, discografico e produttivo italiano, l’industria creativa e culturale e tutto ciò che è indispensabile per diventare “imprenditore di se stesso”.

Special Guest della serata è il rapper Lucariello, interprete di alcuni dei brani della colonna sonora di “Gomorra – la Serie” e “Sotto Copertura”, con un nuovo disco in uscita.

La location scelta per l’evento è il Lanificio25, che unisce il fascino di uno spazio con una storia secolare al desiderio di rinnovarsi, attirando artisti affermati, come Levante, La Famiglia e La Maschera, o emergenti.

Ingresso gratuito

Per informazioni: infogiovani@unina.it

Sito web

Sito web StartUp Music Lab

Evento Fb

StartUp Music Lab Official page

 

Per richieste di accrediti stampa: 081 253 58 15 m. infogiovani@unina.it

leggi tutto
Senza categoria

La sfida Napoli – Juventus e il valore degli esiti visto con gli occhi di un giovane tifoso

081038054-f5e53f57-db6f-4cd7-8646-49b7635644c8

di Flavio Natale Cerbone – Napoli Juventus, una partita molto sentita sia nel settore degli adulti che tra la generazione di adolescenti. Napoli Juve e il valore degli esiti : il Napoli con una vittoria allungherebbe a + 7 cosa che potevano firmare i tifosi partenopei a inizio stagione . Ma la sfida e`molto difficile perdendo il Napoli andrebbe a + 1 ritrovandosi i bianconeri alle calcagne con l ‘ Inter che e` favorito sulla carta contro il Chievo a San Siro e in caso di vittoria dei nerazzuri condotti dal bomber Icardi e di sconfitta degli azzurri li scavalcherebbero con il Napoli a + 1 sulla Juve e con gli stessi punti di distacco ma in negativo dell ‘ Inter . L’ infortunio di Higuain ha procurato molte gioie ai tifosi partenopei cosa che ha dato fastidio al bomber bianconero e secondo fonti ha detto ai suoi compagni di squadra e amici che contro il Napoli giocherebbe anche senza un braccio.

leggi tutto
Senza categoria

Cimiteri: furto nella notte a Poggioreale, distrutto il “Monumento della Sposa”

Monumento della Sposa Poggioreale

EFI: “Il Comune di Napoli pensa solo a fare cassa”

I rappresentanti EFI: “Mentre i cimiteri vengono depredati, i disservizi continuano e l’amministrazione sembra avere altre priorità per il nostro comparto”.

«Se la stanno portando via a pezzi. Il 30 ottobre il primo, la scorsa notte il secondo. In pratica stanno smontando l’intero Monumento della Sposa nel cimitero di Poggioreale, un pezzo d’arte secolare che evidentemente è apprezzato più dai ladri d’arte che dall’amministrazione comunale. Che però si ricorda bene dei cimiteri quando si tratta di acquisire 90 manufatti e fissare in 150 euro all’anno la multa per le salme non trasferite».

È la denuncia dell’avvocato Francesco Cinque, in qualità di rappresentante EFI (Eccellenze Funerarie Italiane), sindacato che raccoglie alcuni tra i più importanti operatori funebri nazionali, che diffonde le foto scattate nelle scorse ore di quello che è conosciuto dal popolo come Monumento della sposa, all’interno del Cimitero di Poggioreale. Un manufatto di importante valore storico e artistico che è per la seconda volta bersaglio dei raid di vandali o – più probabilmente – ladri.

 

«Oltre ad essere l’ennesimo scempio a un cimitero monumentale che meriterebbe ben altri trattamenti – spiega Cinque – è la dimostrazione di come l’attenzione del Comune per il comparto cimiteriale sia a doppio senso. Nei giorni scorsi la delibera 566 approvata dalla giunta de Magistris, in nome della legalità, sanciva l’acquisizione di 90 manufatti cimiteriali e imponeva agli ex concessionari, loro eredi o coloro che hanno acquistato questi manufatti in violazione delle norme relative 150,00 € all’anno fin quando le spoglie dei loro cari non saranno trasferite altrove. Si tratta di quei manufatti al centro di compravendite in violazione delle norme, ma che sono stati al massimo incautamente acquistati – tra l’altro davanti a pubblici ufficiali della Repubblica Italiana – da chi attualmente ne usufruisce per ospitare le spoglie dei propri cari. Ora il Comune, che dovrebbe farsi un bell’esame di coscienza sulla mancata vigilanza nel corso degli anni, invece si rivale sugli utenti finali senza valutare altre soluzioni possibili».

«La nostra pazienza – conclude Cinque – è davvero al limite. Mancato controllo, carri funebri comunali fermi da due anni che sono costati circa 400mila euro, mancata installazione delle pensiline per l’affissione degli annunci funebri in praticamente la maggior parte dei quartieri cittadini. Gli impresari funebri sono costretti a portare carta e toner agli uffici comunali per farsi stampare i documenti necessari perché gli enti ne sono sprovvisti. Faremo tutto quello che è in nostro potere per portare le nostre istanze all’interno delle stanze di Palazzo San Giacomo: già in queste ore stiamo valutando con le altre agenzie funebre del territorio eventuali iniziative di protesta».

Fonte: Comunicato Stampa 

leggi tutto
Senza categoria

L’autunno danza riparte con Al di la di un sogno

ginevra-de-masi2

Dal 14 al 20 novembre al Teatro San Carlo di Napoli

 

Dietro quei movimenti eterei e corpi di danzatori che sembrano quasi fluttuare si nascondono anni di sacrifici e lavoro duro, come per ogni ballerino che si rispetti. Dolori e rinunce, uscite con amici rimandate, vita sociale ridotta di molto e tanto impegno e disciplina.  La storia di Ginevra De Masi, giovanissimo talento della danza, uno dei tanti vanti dello spirito creativo made in Naples, non è da meno.

La sua è una passione che coltiva sin da bambina. All’età di tre anni iniziano le lezioni che la portano, con dedizione, a entrare a dieci anni nella prestigiosa scuola del Teatro San Carlo di Napoli. Ed è proprio in occasione dell’ottava edizione di Autunno Danza 2017 che la vediamo in scena al più antico teatro italiano, il 14 e il 20 novembre, tra le 220 allieve del corpo di ballo della scuola per Al di là di un sogno, evocativo titolo dello spettacolo scelto dal direttore Stéphane Fournial, con estratti da La Bayadère e da Il Lago dei Cigni a impreziosire il programma.

La sua è una partecipazione assidua alle attività del teatro napoletano. Con il corpo di ballo del San Carlo ha preso parte a spettacoli come Don Juan, Don Chisciotte, Lo Schiaccianoci, La Strada. Un’esperienza davvero formativa è stata la partecipazione, insieme con la sorella gemella Virginia al Premio Giovani Talenti su musiche di Bach e coreografie del maestro Luciano Cannito, nonché al vernissage della mostra SOS Partenope al Castel dell’Ovo. In quell’occasione le abbiamo viste  impegnate entrambe in un piccolo numero di danza estemporanea che diventò performance art per il libro della città, quel Dizionario appassionato di Napoli di Jean Noel Schifano che presto sarà tradotto in italiano e che di certo non si dimentica della gloriosa tradizione coreutica del capoluogo campano, un tempo capitale di un Regno che dell’arte e della cultura faceva il suo vanto in Europa.

E ora l’aspetta l’ingresso nella compagnia Jas Art Ballet junior del teatro Carcano di Milano, sotto la direzione del primo ballerino Andrea Volpitesta e dell’étoile internazionale Sabrina Brazzo. Ogni viaggio di mille miglia inizia con un passo, recita il saggio, e anche un passé si trasforma nel mattoncino di una potenziale, lunga e importante carriera.

Renato Aiello

leggi tutto
Senza categoria

Misure straordinarie di sostegno al reddito per licenziati a seguito del sisma Isola d’Ischia

foto_palmeri 2

Ass. Palmeri: “Il terremoto non potrà mai vincere sull’operosità, la solidarietà e passione di un’intera Regione”.

 

Il sisma del 21 agosto 2017 ha determinato, oltre alla dolorosa perdita di vite umane, danni agli immobili, alle strutture alberghiere, al commercio ed al comparto turistico in generale.

La macchina dei soccorsi è stata encomiabile.

Il Presidente Vincenzo De Luca ha fatto sentire forte e chiara la sua presenza.

“Dal fronte lavoro, giorno dopo giorno, di concerto con gli uffici dell’INPS, con l’osservatorio metropolitano del lavoro, l’osservatorio regionale del lavoro e tutte le strutture regionali, ho monitorato caso per caso tutte le cessazioni di rapporto a causa del sisma intervenute dal 22 agosto. – dichiara l’assessore al Lavoro, Sonia Palmeri

Non basta però tenere conto solo dei lavoratori dipendenti, ma anche degli autonomi e dei collaboratori che comunque prestavano la loro attività sull’Isola verde, che a causa del terremoto improvvisamente sono senza possibilità di lavoro.

Ho chiesto, quindi, al Ministro del Lavoro Poletti un intervento straordinario in tal senso, in analogia a quanto il Governo ha già realizzato con il dl 189 dell’ottobre 2016 per le 4 regioni interessate dal sisma del 24 agosto 2016).

Nel contempo abbiamo chiesto all’INPS di avere massima speditezza nell’erogazione dell’indennità di disoccupazione NASPI, chiedendo, se necessario, il supporto operativo di altre sedi INPS per il disbrigo delle pratiche.

Il terremoto non potrà mai vincere sull’operosità, la solidarietà e passione di un’intera Regione che sta reagendo alla ferita subita, dimostrando al resto d’Italia e oltre, che siamo depositari di una eccezionale bellezza di luoghi, cultura e arte che difendiamo con forza!”- conclude poi l’assessore.

SEGRETERIA ASSESSORE REGIONALE AL LAVORO SONIA PALMERI

leggi tutto
Senza categoria

Semaforo verde per “Il Pozzo”, la nuova rivista scientifica diretta da Leone Melillo

il pozzo

Il prossimo 1° settembre a partire dalle 18,00 a Tortorella, borgo medievale sul Golfo di Policastro, in Piazza Scipione Rovito, si terrà la presentazione della rivista scientifica “Il pozzo. Idee di politica, diritto ed estetica”, testata registrata al Tribunale di Lagonegro.
Una rivista che già si avvale di un Comitato scientifico di eminenti personalità, tra cui, il Prof. Nicola Antonetti (Presidente dell’Associazione italiana degli Storici delle dottrine politiche), il Prof. Francesco Bonini (Magnifico Rettore della Università LUMSA di Roma), il Prof. Giovanni Cannata (Magnifico Rettore dell’Universitas Mercatorum), il Prof. Giuseppe Cataldi (Università “L’Orientale” di Napoli), il Prof. Luigi Compagna (LUISS “Guido Carli” – Roma), la Prof.ssa Maria Sofia Corciulo (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”), S. Em. Card. Velasio de Paolis (Presidente Emerito della Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede), il Prof. Alberto De Vita (Università degli Studi di Napoli “Parthenope”), il Prof. Ennio Forte (Università degli Studi di Napoli “Federico II), il Prof. Gennaro Luongo (Università degli Studi di Napoli “Federico II), il Prof. Cesare Mirabelli (Presidente Emerito della Corte Costituzionaale), il Mons. Prof. Erasmo Napolitano (Presidente Nazionale dell’Associazione Canonistica italiana), il Prof. Luigi Sabbarese (Decano della Facoltà di Diritto Canonico nella Pontificia Università Urbaniana di Roma), il Prof. Carlo Venditti (Università della Campania – “L. Vanvitelli”).
Una rivista che ha già un organigramma pressoché definito. Si segnalano al riguardo il Dottor Giovannipaolo Ferrari, Caporedattore, Eufemia Riccio e Roberto Calligaro, che curano il progetto grafico.
L’evento di presentazione della rivista scientifica, dopo l’indirizzo di saluto del Sindaco Nicola Tancredi, prevede un’introduzione del Prof. Leone Melillo (Università degli Studi di Napoli “Parthenope”) che, nella qualità di Direttore responsabile della rivista, illustrerà le ragioni di questa proposta editoriale. A seguire, gli interventi del Dott. Matteo Claudio Zarrella (Presidente del Tribunale di Lagonegro), della Prof.ssa Mihaela Gavrila (Università degli Studi di Roma “La Sapienza”), del Dott. Tommaso Pellegrino (Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni) e di S.E. Rev.ma Mons. Antonio De Luca (Vescovo di Teggiano – Policastro). L’evento sarà coordinato dal Direttore editoriale, Prof. Corrado Limongi.
Sono previsti interventi di personalità del mondo culturale, politico, religioso ed una scoperta guidata alla vera da pozzo del palazzo marchesale di Tortorella, a cura di Gianluca Berardi (Ingegnere ed esperto di storia locale).
Il pozzo si attesta come una rivista davvero originale nel suo genere, che intende leggere la politica, il diritto e l’estetica, che è politica non per accidente ma per sua stessa essenza, come evidenzia Jacques Rancière. Una proposta editoriale che si avvale della riflessione estetica della Dott.ssa Maria Teresa Tancredi, in un serrato confronto con il Prof. Corrado Limongi e con il Prof. Leone Melillo, in una sera d’estate in cui si discettava di “principia filosophiae”, presso la vera da pozzo del palazzo marchesale di Tortorella (Cerimonia di riconsegna alla cittadinanza “L’arco del pozzo”, promossa dall’Amministrazione comunale, 23 agosto 2016). Una proposta scientifica del Cilento che vive la sua dimensione nazionale.

leggi tutto